Venezia, il Redentore fa il pieno di spettatori: oltre 25mila per i "foghi" di apertura

Venezia, il Redentore fa il pieno di spettatori: oltre 25mila per i foghi di apertura
il Resto del Carlino INTERNO

Venezia, 18 luglio 2021 – É tornata più bella e colorata che mai la tradizionale Festa del Redentore, ieri sera oltre 25mila persone hanno seguito minuto per minuto la spettacolare apertura con i fuochi d'artificio in laguna.

Così, grande afflusso nelle calli minori della città, per chi tentava di aggirare le aree presidiate dai controlli

Scenografici giochi di colore hanno illuminato il bacino di San Marco, segno di ripresa turistica ed economica per Venezia, città pesantemente segnata dalla crisi. (il Resto del Carlino)

Ne parlano anche altri media

Le barche dovranno essere registrate nel sito del Comune e di Venezia Unica (qui sono reperibili tutte le informazioni necessarie). Da ieri tutti possono prenotarsi (nei giorni scorsi, i residenti in città avevano avuto una corsia preferenziale). (la Nuova di Venezia)

E' qui che Venezia vive la vera festa del Redentore, con i menù di piatti tipici, le bevute e i canti Venezia festeggia questa sera il Redentore, in ricordo della fine della peste del 1575 e della costruzione (avvenuta nel 1576) della Chiesa palladiana sull'isola della Giudecca nell'area del convento francescano. (RTL 102.5)

Se solitamente ogni anno arrivavano in città, prevalentemente alla Giudecca, Zattere e San Marco, circa 75mila persone, quest'anno i numeri andranno al ribasso. iù barche che posti in riva:: così i veneziani vivranno il Redentore domani sera. (ilgazzettino.it)

In ottantamila a Venezia per la Festa del Redentore

«È il primo grande evento popolare che si torna ad organizzare in Italia», ci tiene a precisare il comandante della polizia locale Marco Agostini. Prenotazioni online, obbligo di Green pass o tampone negativo, registro di bordo dei passeggeri in barca e un esercito di 280 steward in supporto a vigili e agenti delle forze dell’ordine. (Nordest24.it)

I partecipanti, dalle rive o sulle barche nel bacino di San Marco, dovevano avere il Grenn pass ed aver effettuato la prenotazione obbligatoria che assegnava il posto per assistere allo spettacolo pirotecnico. (Corriere della Sera)

Ai 18 mila prenotati nei settori riservati si è aggiunta la folla che ha assistito ai fuochi anche all’Arsenale e a Sant’Elena. Tra loro una centenaria in riva degli Schiavoni e una bambina di 20 mesi, al suo primo spettacolo in riva alla laguna. (il mattino di Padova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr