Formula1, novità in casa Mercedes: livrea nera per combattere il razzismo

Formula1, novità in casa Mercedes: livrea nera per combattere il razzismo
Il Pallone Gonfiato Il Pallone Gonfiato (Sport)

Nel 2020 abbiamo scelto di correre con una livrea interamente nera come un impegno pubblico per aumentare la diversità nel nostro team, un chiaro segno della nostra presa di posizione contro il razzismo e ogni forma di discriminazione.

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il primo a impegnarsi nella lotta contro il razzismo è stato proprio il pilota che è la prima guida della Mercedes, Lewis Hamilton, unico rappresentante di colore nel Circus e campione del mondo in carica. (Vanity Fair Italia)

Mercedes: "C'è bisogno di azioni per combattere razzismo". Hamilton: "Usare questo momento per educare". "Il razzismo e la discriminazione non hanno posto nella nostra società, nel nostro sport o nella nostra squadra: questa è una convinzione fondamentale in Mercedes. (la Repubblica)

Ha parlato anche Toto Wolff, attuale direttore esecutivo di Mercedes, affermando: ”Il razzismo e la discriminazione non hanno posto nella nostra società, nel nostro sport e nella nostra squadra. MERCEDES DICE NO AL RAZZISMO. (F1world)

Vorrei ringraziare enormemente Toto e Mercedes per aver dedicato del tempo ad ascoltare, parlare e comprendere davvero le mie esperienze e per aver preso questa decisione. La Mercedes cambia livrea e passa ad un colore total black per combattere il razzismo nel mondo dei motori. (Metropolitan Magazine Italia)

Un omaggio a Lewis Hamilton e al suo impegno nella campagna contro la discriminazione razziale. Probabilmente ha ragione Lewis Hamilton quando, ringraziando la Mercedes, se la prende con Bernie Ecclestone, l’ex padrino della F1, capace di dichiarare che esistono neri più razzisti dei bianchi. (QUOTIDIANO.NET)

Mentre si stanno per accendere i motori della Formula1, pronta per il via alla stagione 2020, scombussolata dal Covid-19, la Mercedes annuncia un cambiamento nella sua livrea da gara delle sue monoposto, pronte a scendere in pista per il Gp d’Austria di domenica 5 luglio. (Primaonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr