Proteste degli anziani: “Il nostro medico non vaccina e noi ci sentiamo pazienti di serie B”

La Stampa INTERNO

«Il nostro medico non vaccina e noi ci sentiamo pazienti di serie B»: la protesta cresce di giorno n giorno.

La partecipazione diretta dei dottori di medicina generale alla campagna vaccinale si attesta sul 30-40% e riguarda centri come Borgomanero, Trecate e Galliate e i paesi mentre è più scarsa a Novara.

Ieri l’Asl ha tenuto un altro incontro con i camici bianchi, l’Ordine dei medici nei ha parlato nel suo ultimo consiglio pre-pasquale e l’amministrazione del capoluogo ha dato la disponibilità di spazi per creare centri vaccinali come in provincia. (La Stampa)

Su altri giornali

Il punto vaccinale fossanese è messo a disposizione dal coordinamento provinciale della Protezione civile in collaborazione con il sindaco Dario Tallone e i medici di base del territorio. Accadrà a partire dal prossimo fine settimana con i medici di base che procederanno alla somministrazione del vaccino per i 70-79enni. (La Fedeltà)

Se il professionista non prende troppo sul serio la condizione del paziente come difendersi se il medico rifiuta la visita per paura del Covid? Trasferibilità significa che, se il paziente può recarsi in studio dal medico, quest’ultimo è esonerato dal recarsi presso la sua abitazione. (Proiezioni di Borsa)

Mi si perdoni questo intervento poco istituzionale per il ruolo che rivesto ma non è facile restare calmi» Lo rende noto la Regione: «Si sono verificati alcuni malfunzionamenti della piattaforma di prenotazione che sono stati risolti e già nella tarda serata è ripresa la prenotazione». (umbriaON)

Tre medici di base in pensione, è caos a Santa Bona: l’Ulss cerca i sostituti

[Notizie in tempo reale su notiziediprato.it] (notiziediprato.it)

(qui un riassunto con tutte le notizie sul hub vsaccinale). A riassumere le istanze e il grande impegno di medici sono state stamattina all’inaugurazione dell’hub alla Pizzigoni Fabiola Barosso e Marilena Verardi. (ilSaronno)

Perciò, i giovani medici che nel frattempo si sono inseriti nelle liste hanno ad oggi la possibilità di assorbire gli assistiti di coloro che abbiano cessato la loro attività. In ogni caso, sarà comunque sempre garantita a tutti la possibilità del cambio di medico nelle modalità ordinarie» (TrevisoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr