Juve, il colpo Pjanic: ritorno gradito, disposto a tagliarsi l'ingaggio. Ma ci sono tre condizioni

Juve, il colpo Pjanic: ritorno gradito, disposto a tagliarsi l'ingaggio. Ma ci sono tre condizioni
ilBianconero SPORT

Il dialogo è stato avviato ed è reale, perché l'interesse è comune e anche Max Allegri la pensa così.

Così arrivano i sondaggi che portano Ramsey verso la Premier, con vari club interessati.

Il bosniaco potrebbe tornare a Torino e alla Juve, ma solo se si presenterà una vera e propria occasione per i bianconeri.

Cederlo in prestito vorrebbe dire aprire un posto a Pjanic, sempre come occasione però

Così è nata l’idea di scambio con Aaron Ramsey, in prestito, ma anche il gallese ha uno stipendio piuttosto elevato. (ilBianconero)

La notizia riportata su altri media

Allegri vorrebbe quindi riportare subito a Torino anche Pjanic, disponendo così del doppio playmaker, anche se gli ostacoli concreti non mancano sulla strada verso il buon esito dell’affare. Al di là di formula e valutazione dell’ex juventino, c’è da considerare l’alto ingaggio da 6,5 milioni netti a stagione che percepisce il bosniaco (DirettaGoal)

Allora il reparto coinvolto era il centrocampo, con Pjanić in blaugrana e Arthur a fare il percorso inverso. Un anno fa Juventus e Barcellona ufficializzavano una delle operazioni più fragorose e dispendiose dell’estate di calciomercato. (SpazioJ)

Juve, maratona estiva per il ritorno di Pjanic. Intanto Miralem manda segnali

E Pjanic con i suoi 8,5 milioni netti di stipendio per i prossimi tre anni è un peso non indifferente per le casse blaugrana. Nella vicenda c’è interesse tecnico di Max Allegri, ma anche l’attenzione della società catalana, indaffarata a dimezzare il monte stipendi. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr