Addio Motori Renault (in strada per l’Europa): tra 8 anni solo elettriche tranne le Dacia

Automoto.it ECONOMIA

Nei musei i gloriosi cilindri dal 2030, almeno per le nuove immatricolate in Europa.

Si salvano, o meglio dire salvano per certi casi, le Dacia. Motori semplici delle R4, motori anche spinti delle R5 in versione “pericolo di morte”.

Sono quelli che si troveranno dal 2030 su tutte le vetture della Casa

Luca de Meo, boss italiano della francesissima (anche nei capitali) Renault conferma i piani Euro7 seguiti solo dalla spina. (Automoto.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Negli ultimi tempi si parla sempre più di auto elettriche e questo tipo di veicoli sta conquistando pian piano tante persone (e ciò vale anche per il nostro Paese). La speranza è che il passaggio alle auto elettriche non finisca per rivelarsi una scelta che avrà effetti negativi per i consumatori finali, nonostante di opzioni economiche ce ne siano già diverse (TuttoTech.net)

Il numero uno di Boulogne-Billancourt ha poi dettagliato i piani per il futuro di Renault, lasciando una porta aperta per le propulsioni tradizionali. (FormulaPassion.it)

Le parole di De Meo sono chiare. Parole di Luca De Meo, amministratore delegato della Régie. (QN Motori)

La Casa francese ha fissato la data di addio ai motori endotermici nel Vecchio Continente. "Abbiamo l'obbligo di partecipare alla transizione verso un'Europa a emissioni zero” ha chiosato De Meo. (Auto.it)

Renault, addio ai motori termici. L'annuncio dell'addio ai motori termici da parte di Renault dal 2030 modifica la precedente strategia, dove l'elettrificazione totale era prevista per il 90% della gamma della Losanga. (Il Sole 24 ORE)

C’è grande attesa per due modelli che saranno disponibili per l’acquisto entro il 2025: Renault 4 e Renault 5, il cui design dovrebbe riprendere quello di alcune vetture che hanno segnato la storia del marchio francese L’ultimo modello elettrico approdato sul mercato italiano è Megane E-Tech Electric, che era stata presentata in anteprima al salone di Monaco. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr