Torino ei suoi 33 mercati: luci e ombre di un settore importante per la vita socio-economica – CittAgorà

Città di Torino ECONOMIA

Sono 33 i mercati rionali torinesi oggi in attività, dai più grandi – Porta Palazzo o corso Racconigi – a quelli di dimensioni più raccolte, come via Don Grioli o via Nitti.

Dalle periferie a ridosso della Stura a quelle che fronteggiano il Sangone, dai piedi della collina fino alle propaggini occidentali della città, i mercati rappresentano uno dei motori della vita economica e sociale torinese.

E infatti sono stati da poco conclusi o sono ancora in corso lavori su impianti elettrici, servizi igienici, rete idraulica e coperture per i mercati di corso Sebastopoli, Porta Palazzo, piazza Borromini (Città di Torino)

Ne parlano anche altri media

E infatti sono stati da poco conclusi o sono ancora in corso lavori su impianti elettrici, servizi igienici, rete idraulica e coperture per i mercati di corso Sebastopoli, Porta Palazzo, piazza Borromini (Città di Torino)

Negli ultimi anni è cambiata la geografia delle città e le sue attività commerciali che meno diversificate rispetto a dieci anni fa e rendono ogni città sempre più simile all’altra. Nostalgie da piccolo mondo antico a parte, come al solito è il mercato a dettare la legge e le trasformazioni urbane. (Corriere della Sera)

L'assessorato al Commercio fa il tagliando ai mercati di Torino. Occupati il 61% degli stalli. (TorinOggi.it)

"Così potremo avere il piano chiaro per capire quali posti potranno essere soppressi e quale fabbisogno reale ci sia È quanto risulta da un'indagine statistica che il Comune di Torino ha realizzato monitorando gli stalli dei 33 mercati torinesi nel periodo che va dal 1 aprile del 2022 al 23 maggio. (TorinoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr