Quando Pietrangeli disse: "Ho fatto tante cose, ma nessuna fino in fondo"

La Repubblica CULTURA E SPETTACOLO

Ma i giovani la cantano ancora?.

Scritta in endecasillabi, è perfetta per quando si cammina”

Per tanti Paolo Pietrangeli è quello di “Contessa”.

Compagni, dai campi e dalle officine prendete la falce, portate il martello, scendete giù in piazza, picchiate con quello, recita la canzone che lo rese celebre nel '68.

L’ho sentito con le mie orecchie l’altro giorno, a una manifestazione.

(La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri media

Le parole toccanti di Maria De Filippi: "Paolo Pietrangeli è un amico, un collega, un poeta, un personaggio dalle mille meravigliose risorse e dalle mille inaspettate angolazioni caratteriali A partire dagli anni 70, Paolo Pietrangeli divenne aiuto regista di Luchino Visconti in "Morte a Venezia" (1971) e di Federico Fellini in "Roma" (1972). (TIMgate)

Figlio d'arte (il papà è il regista Antonio Pietrangeli), già nel 1961 è attivo nella musica popolare militando nel Nuovo Canzoniere Italiano con brani folk e della tradizione popolare italiana. Progressivamente Pietrangeli abbandona musica e regia cinematografica e passa a quella televisiva, dedicandosi a programmi di intrattenimento come Maurizio Costanzo Show e persino il talent Amici di Maria De Filippi (il Giornale)

Il re e la regina di Mediaset hanno voluto sottolineare come, una mancanza del genere, si farà di certo sentire nei palinsesti Mediaset Programmi come Amici, Maurizio Costanzo show e C’è posta per te portano la sua inconfondibile firma. (il Democratico)

Lutto a Mediaset: si è spento a 76 anni Paolo Pietrangeli, “il regista rosso”, alla corte di Maria. Figlio del regista Antonio Pietrangeli e Margherita Ferrone, è riuscito a cambiare rotta artistica a e professionale, diventando un regista di successo molto apprezzato, in particolare sulle Reti Mediaset. (Tipiù)

Bisogna saper lasciare segni che diventano patrimonio comune. Perché, come ha detto Robert Wyatt, angelo comunista inchiodato su una sedia a rotelle, nella vita bisogna avere il coraggio di (Il Manifesto)

Agli inizi degli anni ’80 dirà addio per sempre al cinema e entrerà nel mondo della televisione, iniziando la sua collaborazione con Costanzo e la De Filippi, senza però dimenticare il suo grande amore: la musica Raramente Maria De Filippi decide di intervenire sui social, ma in queste ore ha deciso di dare l’ultimo saluto all’amico e collega scomparso nella giornata di ieri, lunedì 22 novembre. (Fidelity News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr