Fisco, la sottosegretaria Guerra: "Riforma e riscossione". La mano sui conti correnti: "prelievo forzoso", chi rischia adesso

Fisco, la sottosegretaria Guerra: Riforma e riscossione. La mano sui conti correnti: prelievo forzoso, chi rischia adesso
Liberoquotidiano.it ECONOMIA

Noi abbiamo un sistema in cui ci sono lavoratori dipendenti che subiscono un prelievo alla fonte.

Possiamo concludere che la manina del Fisco potrebbe presto entrare direttamente nei conti per sanare le eventuali situazioni critiche di debito

Come già sappiamo, il governo sta studiando un piano che prevede un decadimento dei debiti col Fisco dopo 5 anni.

Dopo cinque anni, azzeramento automatico delle cartelle: il piano del fisco, ecco quali tasse e multe non pagherai. (Liberoquotidiano.it)

Su altre fonti

Nei prossimi giorni potrebbe arrivare qualche informazione più dettagliata circa un’eventuale proroga delle cartelle esattoriali Con il Decreto Sostegni bis si ipotizza una nuova proroga della scadenza delle cartelle esattoriali. (ContoCorrenteOnline.it)

Senza capacità di incasso delle somme contestate anche la compliance – tanto sbandierata dalle forze politiche – si rivela inefficace nel più ampio obiettivo della lotta all’evasione. Il Governo è al lavoro per ridisegnare il sistema attuale e ha messo sotto osservazione proprio l’inesigibilità dei ruoli (Il Sole 24 ORE)

Cancellazione in automatico dopo 5 anni. L’ipotesi prevede la cancellazione in automatico dopo cinque anni o la ‘restituzione al titolare’. Restringere a cinque anni la prescrizione dei crediti iscritti a ruolo accorcerebbe i tempi della riscossione per renderla più efficiente. (QuiFinanza)

Fisco, si ipotizza scadenza quinquennale per le cartelle esattoriali

Comunicato stampa Corte Costituzionale del 10 giugno 2021 AGGIO SULLA RISCOSSIONE DELLE ENTRATE PUBBLICHE: È URGENTE L’INTERVENTO DEL LEGISLATORE L’appello della Corte Costituzionale è direttamente al legislatore, che deve intervenire al più presto sull’aggio della Riscossione delle entrate pubbliche. (Money.it)

Conti correnti senza più lucchetti per l’Agenzia della Riscossione, che potrebbe conoscere i la consistenza del conto del debitore e non soltanto l’esistenza. Dopo 10 anni, non raggiunge il 15 per cento” si legge (Wall Street Italia)

Per avviare una sistemazione programmatica ed un accantonamento delle cartelle inesigibili, si paventa l’ipotesi di avviare una cancellazione automatica dei tributi non notificati dopo 5 anni Leggi anche: Dichiarazione dei redditi, gli appuntamenti di giugno 2021. (Consumatore.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr