“Ringraziamo tutti per la solidarietà”: il Caffè Teatro di Conegliano dopo il raid punitivo di domenica in piazza Cima

“Ringraziamo tutti per la solidarietà”: il Caffè Teatro di Conegliano dopo il raid punitivo di domenica in piazza Cima
Qdpnews INTERNO

“Una cosa così non si era mai vista prima a Conegliano”: sono state le prime parole pronunciate da Rino Boscarato, gestore insieme alla famiglia del noto Caffè Teatro in piazza Cima a Conegliano, a seguito del raid punitivo verificatosi la scorsa domenica 2 maggio.

– ha scritto il locale – Siamo rammaricati per l’orrendo spettacolo a cui hanno dovuto assistere le persone presenti”

Parole di solidarietà che sono state davvero svariate e di fronte alle quali il Caffè Teatro ha deciso di esprimersi, tramite un messaggio pubblico rivolto ai clienti, agli amici e anche ai colleghi del settore. (Qdpnews)

Se ne è parlato anche su altre testate

Isabella Gianelloni, ex consigliere comunale del Pd, non usa mezzi termini per definire il pestaggio avvenuto ieri in Piazza Cima. Il cittadino deve essere parte attiva insieme alle forze dell’ordine”. (Oggi Treviso)

Peggio del far-west, scene mai viste e che non vogliamo rivedere più. «Il video dell’aggressione in pieno centro a Conegliano lascia senza parole. (TrevisoToday)

“Al momento non sono stati quantificati i danni, – ha dichiarato Boscarato – ma ciò che è certo è che cose di questo genere non se ne erano mai viste a Conegliano”. “Non ci deve essere buonismo con queste persone che si comportano così, in pieno giorno. (Qdpnews)

Conegliano/Rissa a colpi di mazza in Piazza Cima

«Vogliamo la nostra piazza calpestata da runners, famiglie e bambini urlanti che escono da scuola, eventi culturali e musicali – questo il significato del “flash mob” allestito dai runners 5.35 -. Riprendersi la città e contrastare gli atti violenti, i podisti del gruppo “5.35 run Conegliano” all’alba di stamattina si sono ritrovati in piazza Cima e hanno voluto mandare un messaggio, in risposta al brutale pestaggio avvenuto domenica pomeriggio. (La Tribuna di Treviso)

Perquisite dalla squadra mobile di Treviso, su ordine della Procura, le abitazioni di due 20enni, entrambi kossovari che sono ora indagati per lesioni personali aggravate e porto di armi e oggetti atti ad offendere (TrevisoToday)

Un gruppo di giovani con fare minaccioso si è avvicinato ad altri ragazzi seduti al bar di fronte al Teatro, in Piazza Cima. Neanche il tempo di reagire che sono stati aggrediti con violenza in mezzo ai tavoli con anche famiglie con piccoli sedute. (Giornale Nord Est)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr