WEV, le donne per l'elettrico alla riscossa

WEV, le donne per l'elettrico alla riscossa
Vaielettrico.it ECONOMIA

donne per l’elettrico alla riscossa.

L’associazione è nata negli USA, WEV sta per Women of EVs, che si potrebbe tradurre in Donne dell’auto elettrica.

Eppure l’indagine confermò che il numero di donne tra gli acquirenti (peraltro in Paesi in cui l’emancipazione femminile è molto avanzata) era esiguo

In media fanno meno km degli uomini, eppure…. E pensare che le donne sarebbero un target ideale per la diffusione dell’auto elettrica. (Vaielettrico.it)

Su altre fonti

ARERA ha voluto indagare per valutare gli attuali costi di mercato delle wallbox e delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche. (HelpMeTech)

La best-seller Q3 45 TFSI e S tronic (in foto) che ha anche l’elegante versione Sportback, è spinta dal quattro cilindri benzina 1.5 da 245 Cv, con prezzi da 47.900 euro . La Q5 è disponibile nelle versioni 50 TFSI e 55 TFSI , entrambe e quattro S tronic, rispettivamente da 299 e 367 Cv, erogati dal due litri che equipaggia anche A6 e A7. (Corriere della Sera)

Carugate verso il futuro: inaugurate sette colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. Taglio del nastro oggi, lunedì 3 maggio 2021, delle “aree di servizio” di A2A volute dall’Amministrazione comunale. (Prima la Martesana)

Auto ibride plug-in: 24 crossover e Suv da scegliere. Le fotografie, i prezzi, le prove

Molto diversa la situazione per l'offerta delle colonnine "Fast" e "Ultra Fast" dove operano solo 9 e 6 aziende rispettivamente. Tuttavia, a parità di potenza è anche possibile trovare offerte per prodotti con funzionalità base e prezzi ridotti fino a 800-1. (HDmotori)

Scoprire quale auto costa meno da mantenere. A seguito di questa elaborazione, l’auto elettrica risulta la più conveniente perché il suo costo medio in 16 anni di vita corrisponde a 74mila euro La risultanza è un boom di auto elettriche, tra plug-in ed ibride. (Proiezioni di Borsa)

Le prese delle abitazioni (classificate di livello 1) risultano quindi insufficienti nel 70% dei casi, fattore che non migliora nemmeno nei parcheggi dei posti di lavoro. A gettare qualche dubbio sulla transizione elettrica nella patria della Tesla è un recente studio dalla University of California a cura dei ricercatori Scott Hardman e Gil Tal, pubblicato dall’autorevole magazine “Nature Energy”. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr