Il dramma dei profughi bloccati nel deserto: da mesi in 75mila nella "terra di nessuno"

Sono "prigionieri" in una zona desertica alla frontiera tra Siria e Giordania, in una "zona militare chiusa". Nessuno, nemmeno i volontari di Medici senza frontiere, possono raggiungerli se non tramite dei droni che sganciano aiuti umanitari. Dopo mesi ... Fonte: Today Today
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....