Omicidio a Napoli, boss ucciso con venti colpi tra la folla: è la faida per la droga nei vicoli del centro storico

Omicidio a Napoli, boss ucciso con venti colpi tra la folla: è la faida per la droga nei vicoli del centro storico
ilmattino.it INTERNO

È lui che stanno cercando: l'uomo li vede e cerca di rifugiarsi nel terraneo in cui una decina di persone stanno giocando a carte.

Alle 15,45 di un sabato di fine estate il circoletto ricreativo di vico Fico al Mercato si trasforma in una camera degli orrori: i sicari scendono dalle moto e si dirigono verso Salvatore Astuto, 57enne pregiudicato della zona.

Le carte da gioco sparse sul pavimento, tavolini e sedie ribaltati, sangue ovunque. (ilmattino.it)

Ne parlano anche altre testate

(LaPresse) – Un uomo, classe ’64, è stato ucciso in zona piazza Mercato a Napoli. L’uomo era all’interno di una sorte di circolo ricreativo in vico Fico al Mercato, quando è stato raggiunto da oltre 20 proiettili (LaPresse)

Con Mignano c’era il nipotino di 3 anni, che solo per fortuna non rimase ferito: il piccolo era ancora in macchina quando i sicari agirono La criminalità organizzata torna a regolari i conti in uno dei quartieri più poveri della città. (La Stampa)

LE INDAGINE SUL RAS ASTUTO. Secondo gli investigatori più esperti Astuto negli ultimi tempi sarebbe stato visto in compagnia di soggetti orbitanti nel clan Rinaldi, una vicinanza che non significa affiliazione ma che potrebbe essergli costata la vita. (Internapoli)

Omicidio nel circolo a Napoli, spunta la pista interna: punito per uno sgarro

Oltre 20 i proiettili che lo avrebbero raggiunto in più parti del corpo. Nel pomeriggio di oggi, Salvatore Astuto 57enne pregiudicato, è stato raggiunto da numerosi colpi d’arma da fuoco mentre era in un circolo ricreativo in Vico Fico, nei pressi di piazza Mercato. (Teleclubitalia)

Astuto e’ finito sotto la pioggia dei colpi; una dozzina quelli che sono andati a segno, raggiungendolo in diverse parti del corpo. Salvatore Astuto non era uno qualunque, nel panorama delinquenziale della zona Mercato e delle Case Nuove (Cronache della Campania)

Questioni di doppiogiochismo o di soldi spariti e sottratti al clan: uno di quei peccati che possono essere lavati solo con il sangue. Nel “codice” interno alla criminalità organizzata le regole sono ferree, e chi le infrange paga. (ilmattino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr