Fed, conferma tassi. Per il tapering l’inizio è vicino

Wall Street Italia ECONOMIA

Nel comunicato appena diffuso la banca centrale Usa conferma gli attuali livelli dei tassi di interesse ai minimi storici e conferma che continuerà ad acquistare titoli di Stato e obbligazioni del settore immobiliare rispettivamente al ritmo di 80 miliardi e 40 miliardi di dollari al mese.

La banca centrale Usa ha poi diffuso le ultime previsioni per l’economia americana.

Il Pil Usa è atteso in crescita del 5,9% quest’anno, per poi rallentare al 3,8% nel 2022 e al 2,5% nel 2023. (Wall Street Italia)

Ne parlano anche altri giornali

Nel resto d'Europa Londra +0,40% Francoforte +0,77%.Due notizie hanno preceduto l'apertura dei mercati. Ieri Wall Street ha chiuso in rialzo di circa l'1% con i principali indici.A Piazza Affari positivi tutti i comparti. (Rai News)

3' di lettura. Sui mercati girava ormai un certo ottimismo, testimoniato dal rimbalzo delle Borse europee. Così il mercato si aspettava una Fed cauta. (Il Sole 24 ORE)

Inoltre, dai nuovi dot plot, con un aumento poi tassi d'interesse che potrebbe arrivare prima del previsto, cioè l'anno prossimo. Dati macro. Nell'agenda macroeconomica di oggi, spiccano l'indagine sulle imprese francesi, il PIL della Spagna, nonché una serie di PMI manifatturiere, composite e dei servizi per Francia, Germania, Regno Unito e zona euro (Investing.com)

Il tapering della Fed, il ritiro del programma di acquisti da 120 miliardi di dollari al mese messo in campo per sostenere l'economia durante la crisi pandemica potrebbe essere avviato "presto", forse già a novembre. (AGI - Agenzia Italia)

Falchi e colombe si ritrovano però sulla stessa lunghezza d'onda sulla decisione di non alzare il velo su modi e tempi del tapering. Un ruolino di marcia potrebbe prevedere il drenaggio, a ogni appuntamento del Fomc, di T-bond per 15 miliardi e Mbs per cinque miliardi. (ilGiornale.it)

Inesistente, quantomeno stando alla reazione di Wall Street, la quale ha accelerato i guadagni dopo la conferenza di Jerome Powell. Per scongiurare la Lehman cinese è bastato il più classico dei provvedimenti alla greca: differimento e priorizzazione nel pagamento dei coupon obbligazionari. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr