Chiusura amara per Piazza Affari. No da vivendi all'Opa di Kkr, Tim -4,7%

Chiusura amara per Piazza Affari. No da vivendi all'Opa di Kkr, Tim -4,7%
Per saperne di più:
Rai News ECONOMIA

Chiusura amara per Piazza Affari.

Vivendi, primo azionista, oggi ha ribadito la contrarietà all'offerta del fondo americano KKR.

I cali maggiori, oltre a Tim, sono stati per Moncler, StMicroelectronics, Campari e Banca Generali

No da vivendi all'Opa di Kkr, Tim -4,7%. Condividi. di Fabrizio Patti Le borse sul finale sono peggiorate in tutta Europa, hanno chiuso tutte in calo con l'eccezione di Londra (+0,15%). (Rai News)

La notizia riportata su altre testate

Il mercato ha dimostrato di apprezzare la mossa e il valore del titolo si è avvicinato sensibilmente a quello dell’offerta (0,505 euro). In avvio di seduta il titolo, reduce dal +30% di ieri, guadagna un ulteriore 3% a quota 0,47 euro per azione. (Investing.com)

Adesso gli investitori temono che Powell si dimostri più aggressivo nell'affrontare l'inflazione rispetto al suo potenziale sostituto Lael Brainard. Male anche Banca Generali (-1,58%) che ieri ha staccato un corposo dividendo di 2,7 euro (Yahoo Finanza)

Tra i singoli titoli ribassi consistenti per i titoli del risparmio gestito: -3,83% Banca Generali, -3,47% Azimut, -3,33% Finecobank. Tra i pochi titoli a schivare le vendite c'è stata anche ENI (+0,42%) grazie alla risalita del petrolio (Finanzaonline.com)

BORSA ITALIANA OGGI/ Piazza Affari insegue i 27.500 punti (22 novembre 2021)

Al termine della prima seduta della settimana, lo spread Btp-Bund si è fermato a 118 punti base (-0,58%) La manifestazione d’interesse, soggetta alla condizione del raggiungimento della soglia di adesione minima del 51% del capitale, è stata qualificata da KKR come “amichevole”. (Yahoo Finanza)

Gli azionisti riceveranno un dividendo per azione fisso che si stima cresca del 13% dal 2021 al 2024, fino a raggiungere 0,43 euro per azione. Il fondo Usa si dice totalmente e solamente focalizzato e concentrato sull’offerta presentata al board di Telecom il 21 novembre. (Finanza Report)

FINANZA E POLITICA/ Da Wall Street un nuovo segnale del declino europeo. — — — —. Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente Superiori al punto percentuale anche i rialzi di Azimut (+1,3%), Campari (+1%), Eni (+1,3%), Ferrari (+2,7%), Inwit (+4,6%), Italgas (+1,4%), Moncler (+1,4%), Pirelli (+1,5%) e Saipem (+2,9%). (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr