LIVE Prada Cup: Luna Rossa va a caccia degli ultimi due punti per la Coppa

LIVE Prada Cup: Luna Rossa va a caccia degli ultimi due punti per la Coppa
La Gazzetta dello Sport SPORT

Facile quindi immaginare che Ben Anslie sarà molto aggressivo in partenza per cercare di mettere in difficoltà gli italiani sul loro terreno

Gli Italiani sono sul 5-1 e hanno bisogno di altri due punti per chiudere la serie e per poter essere per la seconda volta, nella storia di questo team, lo sfidante ufficiale alla Coppa America.

Le condizioni di vento oggi si prevedono sotto i 12 nodi, in direzione da Nord e sul campo di regata A. (La Gazzetta dello Sport)

Ne parlano anche altri media

E anche nell’ottava, ultima regata, nonostante una penalità per partenza anticipata, Luna Rossa si è rapidamente portata in vantaggio senza più permettere al Britannia di raggiungerla (IVG.it)

BEN AINSLIE: “COMPLIMENTI A LUNA ROSSA, MA CI RIVEDREMO”. I PRECEDENTI CON NEW ZEALAND FANNO RABBRIVIDIRE. COSA ASPETTARSI DA TEAM NEW ZEALAND? (OA Sport)

Il patron e team principal è Matteo de Nora, nato negli Stati Uniti d’America da padre italiano e madre svizzera. Personalità di spicco sono i due offside control ovvero Andy Maloney (“cyclor” micidiale durante la Coppa America 2017) e Josh Junior (anch’egli trionfatore quattro anni fa ai Caraibi). (OA Sport)

Luna Rossa ha vinto la Prada Cup: sfiderà New Zealand per la Coppa America. VIDEO

Luna Rossa in finale di Coppa America. Il 7-1 a Ineos è un biglietto da visita che deve far tremare anche gli inarrestabili kiwi di Team New Zealand. (Sport Fanpage)

Luna Rossa trionfa 7-1 contro Ineos, vince la Prada Cup, ora punta alla Coppa America contro i kiwi di New Zealand e i quattro mori sventolano nel golfo di Hauraki, a Auckland. Un trionfo per la barca, maturato nelle acque del Golfo di Cagliari: qui gli allenamenti, nella base del Molo Ichnusa, che hanno portato alla serie di vittorie in Nuova Zelanda. (YouTG.net)

Da 21 anni l’imbarcazione italiana non vinceva la selezione degli sfidanti. REGGIO EMILIA – Obiettivo raggiunto, con un pizzico di orgoglio reggiano. Il più noto è Gilberto Nobili, operation manager, un veterano con tre Coppe in bacheca (con Oracle e proprio New Zealand). (Reggionline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr