Atalanta-Udinese 3-2: doppio Muriel e Zapata, ritmi sudamericani per il 3° posto

Atalanta-Udinese 3-2: doppio Muriel e Zapata, ritmi sudamericani per il 3° posto
Corriere della Sera SPORT

Con tanti saluti alle incertezze legate alla ripresa dopo la pausa per le Nazionali.

«Abbiamo la testa libera e siamo motivati per centrare ancora la Champions», il commento a fine partita del Gasp

Nemmeno il tempo di esultare che arriva la rete del 2-1 di Pereyra, bravo a piazzare il destro dal limite.

Nell’intervallo Muriel, per un problema alla schiena, rimane negli spogliatoi ed è l’altro colombiano — Zapata — a siglare il 3-1. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri media

Potevamo forse gestirla meglio sul due a zero, ma l'importante è aver ottenuto i tre punti" uvan Zapata, match winner per la sua Atalanta contro l'Udinese, ha parlato così ai microfoni di Sky Sport dopo il fischio finale: "Ciò che più contava oggi era vincere. (Tutto Atalanta)

L'Atalanta vince un match difficile contro l'Udinese giocando bene durante l'arco dei 90' ma soffrendo sulle ripartenze dei friulani. Obiettivo Champions acquisito, la testa giocherà un ruolo fondamentale nella volata finale (Tutto Atalanta)

Non dico che non abbiamo nulla da perdere, ma sicuramente siamo molto motivati per conquistare un traguardo del genere”. La Dea si affida ai colombiani: nelle gare che rischiano di complicarsi i nerazzurri portano a casa il risultato (TUTTO mercato WEB)

Quella fiducia che gli sta cambiando la stagione: la rinascita di Ruslan Malinovskyi

Mentre Muriel va in gol con una facilità strabiliante, stendendo difensori e portiere come birilli. La Colombia di Pasqua (Muriel, Muriel, Zapata) fa volare l’Atalanta. (BergamoNews.it)

Non i numeri da urlo che ci si aspettava da inizio stagione, ma che comunque aiutano a capire il potenziale del centravanti colombiano, importante per i fantallenatori che hanno puntato su di lui ad inizio stagione o nelle varie finestre di riparazione a stagione in corso (Fantacalcio ®)

Contesto che non sarebbe stato possibile senza quella fiducia non solo da parte di mister e squadra, ma soprattutto in se stesso. La squadra ha bisogno di lui, così come l’ucraino ha bisogno di continuità: a suon di ottime prestazioni può solo migliorare (SuperNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr