Chiusura Comune di Avellino ai giornalisti, la Slc Cgil stigmatizza il comportamento dell'amministrazione

AvellinoToday INTERNO

Per la SLC Cgil Avellino è assurdo che nei giorni in cui la filippina Maria Ressa ed il russo Dmitry Muratov sono stati insigniti del Nobel per la Pace, in Italia, ad Avellino, si creano problemi e difficoltà nello svolgere il lavoro dei giornalisti.

La SLC con il segretario generale Sabino La Rocca e il segretartio generale della Cgil Avellino Franco Fiordellisi chiedono al sindaco di Avellino e alla sua giunta di predisporre un regolamento di accesso e trasparenza: tali atti sono fondamentali, in una democrazia di prossimità come i comuni, per garantire la trasparenza e la massima partecipazione dei cittadini agli atti e attività amministrative degli assessori e dei consiglieri

Nella giornata odierna l’assemblea generale di SLC (sindacato comunicazioni) Cgil nell’ambito della conferenza di organizzazione ha inteso stigmatizzare quanto sta accadendo presso il Comune della Città di Avellino, dove si impedisce l’accesso ai giornalisti senza che vi sia alcun regolamento per l’accesso, demandando tutto alla discrezionalità del sindaco Gianluca Festa (AvellinoToday)

Ne parlano anche altri giornali

Ma non solo, anche le telecamere di sicurezza, installate in varie zone della capitale avrebbero acquisito materiale utile alle indagini. Presente alla manifestazione aveva documentato con foto e video, sul proprio profilo facebook le tappe salienti della protesta: "Si sfonda la sede della Cgil a Roma”. (ArezzoNotizie)

Abbiamo contattato telefonicamente il segretario generale della Cgil di Pescara, Luca Ondifero, con il quale abbiamo concordato un appuntamento. Esprimeremo la nostra solidarietà attraverso un flash mob, previsto per oggi alle 12, presso la sede del sindacato in Via Benedetto Croce a Pescara” (AbruzzoLive)

Di seguito il comunicato di Sinistra Italiana Busto Arsizio. Per questo il nostro augurio è che la Magistratura porti a galla i responsabili di questo vile attacco, e agisca irreprensibilmente con una condanna esemplare. (varesenews.it)

38 gli appartenenti alle forze dell’ordine rimasti feriti durante gli scontri che sono stati registrati nella giornata di sabato. La posizione di questi individui è al vaglio della Procura della Repubblica di Roma: sei sono finiti in manette in fragranza e gli altri sei, fra i quali gli esponenti di Forza Nuova, nella notte successiva con arresto differito. (VeronaSera)

Lo hanno reso noto i rappresentanti del movimento Nico Liberati e Francesco Ciattoni. Abbiamo contattato telefonicamente il segretario generale della Cgil di. Pescara, Luca Ondifero, con il quale abbiamo concordato un appuntamento. (Rete8)

Un presidio è stato organizzato a Monopoli ieri mattina domenica 10 ottobre dalla locale Camera del lavoro- Cgil. Presidi in tutta la Puglia sono stati organizzati davanti alle sedi della Cgil e delle Camere del Lavoro dopo l'assalto di sabato scorso a Roma, in concomitanza con la manifestazione no green pass per i lavoratori, non autorizzata. (Canale7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr