Tim, perché il fondo Kkr vuole comprare l’operatore telefonico e cosa potrebbe accadere

Tim, perché il fondo Kkr vuole comprare l’operatore telefonico e cosa potrebbe accadere
Più informazioni:
Sky Tg24 ECONOMIA

Secondo gli analisti di Ubs, Kkr "potrebbe essere costretto a salire" e 83 centesimi per azione potrebbe essere il prezzo che mette tutti d'accordo anche se "essendo la soglia al 51% l'opa potrebbe aver successo anche se i francesi non apportassero le loro azioni".

Cosa potrebbe accadere se Kkr dovesse acquisire Tim. leggi anche. Tim, offerta amichevole di Kkr.

Cruciale il Cda del 26 novembre. Dopo l'offerta del fondo americano Kkr , resa nota nello scorso fine settimana, Tim è stata protagonista di un super lunedì in Borsa, con un rialzo del 30%. (Sky Tg24)

Ne parlano anche altre fonti

Per il mercato quella proposta, almeno dal punto di vista industriale, potrebbe essere però l’unico modo concreto per dare a Tim le gambe per camminare. Kkr – che non a caso opera sul dossier Tim col fondo Infrastructure, dedicato alle infrastrutture – punterebbe a dividerla dai servizi. (La Stampa)

Difficile dire se questo significherà mettere in sicurezza una volta per tutte almeno la rete di telecomunicazioni della ex Telecom Italia. Si sta parlando anche di sicurezza nazionale (dentro Tim c’è Sparkle, quinta rete Internet al mondo) (Corriere della Sera)

La storia della Telecom resterà per sempre legata alla sua privatizzazione interamente “a debito”, che ha lasciato un fardello finanziario spaventoso, ridotto significativamente dall’attuale management guidato dall’Ad Luigi Gubitosi (oggi siamo intorno ai 30 miliardi), in un contesto di mercato però difficilissimo, con i margini del settore mai tanto bassi Sulla proposta per Tim non bisogna commettere gli stessi errori fatti con la privatizzazione di Telecom, che portò ad una dispersione delle competenze che oggi ci servono, ha detto il numero uno della confederazione che casualmente ha la sua sede generale a pochi passi dal quartier generale della Telecom a Roma. (LA NOTIZIA)

Vivendi non intende cedere la sua quota in Tim e il titolo vira al ribasso a Piazza Affari

A proposito, si capisce la loro irrequietezza delle ultime settimane: avevano sentito aria di scalata. In attesa di capire come si svilupperà la prossima battaglia su Telecom occorre fare qualche considerazione sintetica di contesto (Nicola Porro)

Se questo dovesse concretizzarsi, sarà in primo luogo il mercato a valutare la solidità del progetto. In attesa delle mosse del mercato e degli azionisti TIM, quindi, il Governo “prende atto” e mette in moto un Gruppo di lavoro dedicato pronto ad esaminare le carte non appena pervenute: (Punto Informatico)

In mattina ha toccato un massimo intraday a quota 0,4723 euro, restando comunque sotto gli 0,505 euro per azione offerti dal fondo americano KKR. Inoltre, l'attuale offerta di KKR sul 100% di Tim "non rispecchia il reale valore di Tim". (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr