AstraZeneca, gli esperti: "Sì ad under 60, ma giovani donne più esposte" - Notizie Scuola

AstraZeneca, gli esperti: Sì ad under 60, ma giovani donne più esposte - Notizie Scuola
Tecnica della Scuola INTERNO

Ieri il commissario straordinario Figliuolo aveva aperto alla possibilità di somministrare AstraZeneca anche agli under 60.

L’Aifa teme che molti saltino gli appuntamenti e suggerisce di fare la seconda dose di AstraZeneca s chi ha fatto la prima, indipendentemente dall’età.

Il rapporto rischi-benefici ci suggerisce quindi di vaccinare tutti gli uomini, anche con Johnson & Johnson, ma di tenere fermo il limite di età delle donne”

“Il rischio di effetti collaterali gravi è raro, ma è maggiore nelle donne giovani, che hanno un rischio inferiore agli uomini di sviluppare sintomi severi da Covid-19. (Tecnica della Scuola)

Se ne è parlato anche su altre testate

cronaca. La campagna vaccinale anticovid torna sotto quota 500mila somministrazioni al giorno. (TG La7)

Montesilvano è stata la prima a vaccinare il mondo della disabilità, grazie all’attenzione che la nostra amministrazione da sempre riserva a questa categoria. L'assessore Cilli ha ricordato che i medici Asl ribadiscono la sicurezza e l'efficacia del siero Astrazeneca, e questa campagna permetterà di anticipare la somministrazione agli over 60 e vaccinare molti più cittadini grazie alle dosi messe a disposizione dalla Asl (IlPescara)

A disposizione altre 300 dosi di vaccino anti Covid Astrazeneca per la giornata del 6 maggio. Lo ha fatto sapere il Comune di Pescara, aggiungendo che le dosi saranno riservate agli over 60 che liberamente e in autonomia potranno fissare un appuntamento per la somministrazione dalla piattaforma digitale del Comune di Pescara presente sul sito www. (IlPescara)

"Nessuno mi ha ascoltato o guardato il mio referto", 60enne non si vaccina a Monza

Caos Napoli, rifiutano vaccino AstraZeneca: interviene la polizia Hanno minacciato e insultato i medici pretendendo di ricevere il vaccino Pfizer al posto di AstraZeneca: è successo a Napoli. In quattromila sono stati convocati oggi per la somministrazione a Napoli: si tratta di cittadini della fascia d’età 60-69. (Virgilio Notizie)

Non arretrando di un millimetro - “Andiamo avanti”, ha detto nell’intervista al nostro giornale - di fronte all’altolà arrivato in serata dalla struttura commissariale. Tra gli indecisi ci sono anche persone che vivono in zone isolate o anziani che hanno difficoltà a prenotarsi sulle piattaforme online. (L'HuffPost)

Dal Tempio della Velocità però è andato via senza la somministrazione della prima dose del siero anti-covid. Quel documento di due pagine che aveva al seguito il sessantenne però - secondo quanto ha testimoniato - non è stato letto da nessuno. (MonzaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr