Vaccini - Bonaccini: "Se un medico o un infermiere non vuole vaccinarsi cambi mestiere"

Vaccini - Bonaccini: Se un medico o un infermiere non vuole vaccinarsi cambi mestiere
La7 CULTURA E SPETTACOLO

(LaPresse) - L'annuncio era arrivato una settimana fa, oggi è uscita 'We are the people', inno ufficiale degli Europei di calcio al via l'11 giugno in dodici città del Vecchio Continente, firmato da Martin Garrix insieme a Bono e The Edge degli U2.

Il brano è accompagnato da un video girato a Londra e celebra il rito collettivo del calcio e il ritorno alla vita del post pandemia in un continente vaccinato, "dalle strade di Dublino a Notre Dame", come canta il leader della band irlandese nel pezzo dal sound pop ma con la chitarra marchio di fabbrica del gruppo irlandese e una spruzzata di dance, assicurata dal dj e produttore olandese. (La7)

Su altri media

La Regione Emilia-Romagna non ha ancora reso note le disposizioni ufficiali in questi casi (come invece hanno fatto altri territori) ma la sospensione (che vale anche per lo stipendio) sembra probabile. (IlPiacenza)

Lo aveva anticipato solo pochi giorni fa il presidente Opi Pordenone Luciano Clarizia, per il quale è inaccettabile e vergognoso che alcuni, anche se pochi, facciano gli infermieri no vax dando un esempio scellerato ai tanti cittadini ancora indecisi . (Nurse24)

Gli infermieri e il dipartimento di prevenzione di Pordenone sono stati i più rapidi. Pordenone, gli infermieri non vaccinati e sospesi già fuori dai reparti. In molti erano già in pensione, le case di riposo sono invece preoccupate per la scarsità di infermieri sul mercato e la garanzia dei servizi. (TGR – Rai)

Pordenone, molti infermieri sospesi perchè non vaccinati sono pensionati - TGR Friuli Venezia Giulia

Il 70 per cento degli infermieri sospesi dall’ordine è pensionato. Il presidente ha reso noto, dai dati in suo possesso, che sono 37 i medici non vaccinati in provincia di Pordenone (Il Messaggero Veneto)

Aaltri 199 infermieri e 51 medici non sono ancora vaccinati, ma hanno avuto il Covid da poco Il pugno duro dell’Ausl contro i sanitari non vaccinati non è una sorpresa, per gli ordini di medici e infermieri. (il Resto del Carlino)

I restanti 20 lavorano presumibilmente alcuni per l'azienda sanitaria pordenonese, altri per le case di riposo o strutture private di vario genere. L'avverbio presumibilmente è d'obbligo, perché la regione ha fornito ai dipartimenti di prevenzione solo i nomi degli inadempienti, non il loro datore di lavoro. (TGR – Rai)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr