Eurosport UK pubblica su Twitter una vignetta satirica su Djokovic che fa discutere

Eurosport UK pubblica su Twitter una vignetta satirica su Djokovic che fa discutere
LiveTennis.it SPORT

È quello che pensano molti appassionati (britannici e non) in risposta alla vignetta pubblicata dal profilo Twitter di Eurosport UK, in cui Zezo Cartoon racconta la vittoria di Medvedev e la dura sconfitta patita da Djokovic in modo decisamente forte.

Una vignetta satirica che non è piaciuta a molti, provocando reazioni altrettanto forti

L’ironia e la satira sono arti sottili, spesso si finisce per solcare il buon gusto andando “troppo oltre”. (LiveTennis.it)

Su altri giornali

Ha decelerato il suo gioco con il rovescio e ha attaccato di diritto come la punta di uno scorpione. Un Medvedev di livello altissimo che ha saputo mettere in difficoltà una versione di Djokovic non trascendentale, ma apparsa ancora peggiore per il tennis a tratti disarmante del tennista russo. (OA Sport)

L’australiano ha dunque concluso: “Sento che abbiamo visto il lato più umano di Novak Djokovic, come mai lo avevamo visto prima, poiché nascosto nella sua aura di invincibilità. Non credo che Djokovic entrerà in una crisi totale che gli impedirà di raggiungere altri trionfi, ma sarà molto più difficile per lui. (Tennis World Italia)

Ha fatto sì che Djokovic non sapesse cosa fare e ci ha mostrato che è davvero umano. Ha decelerato il suo gioco con il rovescio e ha attaccato di diritto come la punta di uno scorpione. (LiveTennis.it)

Da due anni Medvedev vince più di tutti sul veloce, ma per diventare numero 1 non basta

Mouratoglou: "Djokovic non ha ancora detto la sua ultima parola". Novak Djokovic è arrivato a un passo dal sogno Grande Slam agli US Open. (Tennis World Italia)

Novak Djokovic sperava di mettere la ciliegina sulla torta ad una stagione fantastica. Becker commenta la finale maschile. “Credo che Novak Djokovic abbia disputato una partita in più di quanto il suo fisico e la sua mente potessero sostenere (Tennis World Italia)

Il suo primo titolo del Grande Slam, lo US Open appena concluso, giunge nel torneo dove due anni fa aveva perso una divertente finale durata cinque set contro Nadal. Sino ai Championships giocati due anni fa, il tennista nato a Mosca nel febbraio di 25 anni non era ancora al livello dei migliori, ma di certo non era nemmeno un carneade del grande tennis. (Ubi Tennis)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr