Pastorello: “Lukaku ha l’Inter nel cuore, la segue ancora con grande affetto”

Pastorello: “Lukaku ha l’Inter nel cuore, la segue ancora con grande affetto”
Fcinternews.it SPORT

A volte in un professionista si deve valutare l’aspetto sentimentale ma anche quello della carriera e noi siamo qui a ricordarglielo.

Anche le critiche sui post di Romelu: lui li ha fatti in modo bonario”

Lui comunque è felice a Londra, è concentrato sul nuovo progetto ma segue con grande affetto l’Inter e le partite nerazzurre.

Quando succedono certe cose sul mercato vanno valutate con grande attenzione e poi si prendono delle decisioni. (Fcinternews.it)

Ne parlano anche altri media

Ho avuto due opportunità di tornare in passato, nel 2016 e nel 2017, ma non è successo per vari motivi. In Italia ho vinto e ho capito cosa serve per arrivare alla vittoria, questo mi ha aiutato davvero. (TUTTO mercato WEB)

A margine dell’assemblea dell’A.I.A.C.S.-Assoagenti a Milano, l’agente Federico Pastorello ha parlato della trattativa col Napoli per il rinnovo del contratto di Alex Meret ed è tornato sulla cessione di Romelu Lukaku al Chelsea. (SOS Fanta)

Anche le critiche sui post di Romelu: lui li ha fatti in modo bonario" E' felice a Londra, è concentrato sul nuovo progetto ma segue con grande affetto l'Inter e le partite nerazzurre. (Sportal)

Pastorello: “Meret, il dualismo non aiuta: le ultime sul rinnovo. Lukaku, l’addio…”

Ho avuto due opportunità di tornare, nel 2016 e nel 2017, ma non è successo per vari motivi. L'attaccante belga è tornato a parlare del suo passaggio in estate al Chelsea: "Il mio ritorno a Londra era solo una questione di tempo. (Sky Sport)

Negli ultimi tre anni ho costruito su me stesso in modo tale da poter affrontare al meglio la mia carriera. Romelu Lukaku dichiara ancora una volta amore eterno al Chelsea: le sue dichiarazioni non faranno piacere ai tifosi dell’Inter. (SerieANews)

TRIPLETE − Il ricordo di Zanetti del 2010: «Un anno speciale, intenso in cui ognuno di noi sentiva dentro che avevamo una grande opportunità. Primo perché sono diventato capitano molto giovane e sono stato capitano di grandi giocatori come Roberto Baggio, Ronaldo, Samuel Eto’o, Zlatan Ibrahimovic. (Inter-News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr