Dal lockdown alle zone rosse, in un anno il doppio di ricoveri e decessi in Sicilia: al Cervello esauriti i p

Dal lockdown alle zone rosse, in un anno il doppio di ricoveri e decessi in Sicilia: al Cervello esauriti i p
Giornale di Sicilia INTERNO

Di conseguenza anche il numero dei positivi era di gran lunga più basso rispetto ai dati a cui siamo abituati oggi.

Oggi, a distanza di un anno, quei numeri sono raddoppiati e gli ospedali sono di nuovo in emergenza.

Il 6 aprile del 2020, un anno fa esatto, in cima al bollettino campeggiavano i 23.464 tamponi effettuati in Sicilia dall'inizio della pandemia.

Un numero irrisorio se paragonato ai test (rapidi compresi) che si fanno oggi nei centri privati o nelle strutture adibite allo screening. (Giornale di Sicilia)

La notizia riportata su altri giornali

Il numero di tamponi effettuati oggi è: molecolari 8.209 rapidi 11.703 (ieri erano: molecolari 8.209 rapidi 11.703). Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 783 nuovi casi di positivi al Coronavirus, un giorno fa erano 909. (Esperonews)

I dati che provengono dagli ospedali dicono che la pressione aumenta: il totale delle persone ricoverate è infatti di 1.282 (ieri erano 1.242) ma in rianimazione ci sono 157 pazienti (ieri erano 160) e in area medica ci sono 1.125 persone (ieri erano 1.82). (Sicilia ON Press)

Per quanto concerne il dato dei guariti, questo è pari a 23 persone mentre si contano 13 decessi. 🔊 Ascolta audio dell'articolo. SICILIA – Arrivano gli aggiornamenti Covid in Sicilia anche in merito ai ricoveri. (NewSicilia)

Covid, istituite sei nuove zone rosse in Sicilia

I dati – dice il Comune – sono definiti “provvisori” perché il report settimanale dell’ufficio del commissario viene stilato il giovedì La situazione negli ospedali. Negli ospedali i ricoverati sono 1.242, 59 in più rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 160, 2 in più rispetto sempre a ieri. (BlogSicilia.it)

I dati sono emersi quando la Regione ha chiesto i numeri dei positivi che risultavano in isolamento domiciliare Da qui la tesi difensiva secondo cui, non c’è falso perché la trasmissione dei dati non ha orientato le scelte del governo nazionale. (Live Sicilia)

Precisamente le restrizioni riguardano i comuni di Acquaviva Platani e Marianopoli (in provincia di Caltanissetta ), Alessandria della Rocca e Cattolica Eraclea (Agrigento), Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) e Calascibetta (Enna). (askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr