Draghi inizia a rafforzare i rapporti con la Libia, le proteste in tutta Italia per le riaperture e le altre notizie della giornata

Draghi inizia a rafforzare i rapporti con la Libia, le proteste in tutta Italia per le riaperture e le altre notizie della giornata
Radio Popolare INTERNO

Il racconto della giornata di martedì 6 aprile 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30.

Primo viaggio del premier Draghi in Libia. È durato poche ore il primo viaggio all’estero di Mario Draghi da presidente del consiglio.

Il grafico è dall'inizio dell'epidemia ad oggi giorno per giorno.#COVID #COVID19italia #COVID19 pic.twitter.com/EY3JM6SVuL — Luca Gattuso (@LucaGattuso) April 6, 2021

domiciliare (-14.949). (Radio Popolare)

Su altri media

La visita di Draghi in Libia: gli obiettivi politici, le speranze geopolitiche e le prospettive economiche. Draghi si è anche congratulato per l’attività della Guardia Costiera libica, esprimendo “soddisfazione per quel che la Libia fa nei salvataggi”. (Startmag Web magazine)

Molti i dossier che verranno discussi con le nuove autorità del governo di unità nazionale guidato da Dabaiba: dalla lotta alle migrazioni illegali alla pacificazione del Paese, dalle forniture di gas attraverso la condotta Greenstream alla ricostruzione delle infrastrutture libiche, fino al rilancio delle commesse interrotte dopo il 2011 (la Repubblica)

Dal 2011 ad oggi l’Italia in Libia ha perso tempo e credibilità, due elementi che difficilmente in politica estera possono essere recuperati e sui quali gli avversari hanno buon gioco. Molti giornali in Italia hanno già parlato di “primo atto significativo” della politica estera di Draghi che, proprio come Mario Monti, ha scelto la Libia per “inaugurare” la sua agenda diplomatica. (Difesa Online)

La visita di Stato/ Il dialogo con la Libia che parla francese

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Se migranti e rifugiati vengono riportati in Libia - ricorda Medici senza frontiere - si tratta di una condanna alla violenza e alla brutalità nei centri di detenzione. I due primi ministri, Mario Draghi e Abdul Hamid Dbeibah, passano in rassegna il drappello d’onore. (Avvenire)

7 Aprile 2021. (Lettura 4 minuti). . . . È la prima visita di Stato che Mario Draghi effettua da quando è stato nominato primo ministro: basterebbe già solo questo elemento a sottolineare l’importanza cruciale che il premier italiano ascrive al dossier libico. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr