«Potrebbe incoraggiare sentimenti contro la vaccinazione»

«Potrebbe incoraggiare sentimenti contro la vaccinazione»
Più informazioni:
Bluewin SPORT

La presenza del serbo nel paese è ritenuta una minaccia perché «potrebbe incoraggiare sentimenti contro la vaccinazione» e per questa ragione venerdì il governo gli aveva cancellato il visto per la seconda volta.

Nadal: «Con o senza di lui, AO grande comunque». «L'Australian Open è molto più importante di qualunque giocatore».

Novak Djokovic (sinistra) KEYSTONE. In attesa di una decisione definitiva, che arriverà domenica, il tennista serbo è stato posto nuovamente in stato di detenzione amministrativa dalle autorità australiane. (Bluewin)

Su altri media

Secondo il governo australiano, la presenza in Australia del numero uno del tennis mondiale, non vaccinato contro il Covid, “potrebbe incoraggiare il sentimento contro i vaccini”. La decisione dopo il colloquio con i funzionari dell’immigrazione, in attesa che il suo secondo appello venga esaminato. (Roberto Mattiussi - CafèTV24)

Sarà la finale delle sorprese al torneo ATP250 di Adelaide 2, ultimo torneo dello swing australiano prima dell’Australian Open. Dopo il break subito nel primo game il tennista croato ha avuto la chance di riprendersi il break nel quarto game. (Ubi Tennis)

La pena massima sarebbe 3 anni di carcere, ma nel caso di Djokovic è probabile solamente una multa. Djokovic non potrebbe superare i gate australiani per 3 anni, e ciò porrebbe un segno indelebile sulla sua carriera. (Eurosport IT)

Djokovic: cancellato il visto, il tennista arriva nell'ufficio dei suoi legali

Đoković “aveva un visto regolare, no? Se non giocherà, l’Australian Open sarà un grande torneo, con o senza di lui”, aggiunge l’iberico. (LaVoce del popolo)

“Il signor Djokovic è una persona influente e di prestigio. Hawke ha anche affermato che le conseguenze della cancellazione del visto di Djokovic sono state “significative”: “Il signor Djokovic si reca regolarmente in Australia per partecipare a tornei di tennis. (Dire)

Il ministro dell'Immigrazione Alex Hawke ha dichiarato venerdì di aver usato la sua discrezione ministeriale per revocare il visto al 34enne serbo per motivi di interesse pubblico, a tre giorni dal via degli Australian Open (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr