Ponte di Genova, Conte: “Il simbolo di una nuova Italia che si rialza”

Ponte di Genova, Conte: “Il simbolo di una nuova Italia che si rialza”
News Mondo News Mondo (Interno)

Nel pomeriggio sarò a Genova per l’inaugurazione del nuovo Ponte ‘Genova San Giorgio’: da una ferita che resta difficile da rimarginare il simbolo di una nuova Italia che si rialza.

Nuovo Ponte Genova.

Se ne è parlato anche su altri media

Il collaudo statico ha previsto, in una fase iniziale, anche il controllo della qualità dei materiali utilizzati, la certificazione della loro idoneità e soprattutto le opportune verifiche di corrispondenza con quanto previsto dal progetto esecutivo. (Secolo Trentino)

– E’ quasi tutto pronto per l’inaugurazione del Ponte San Giorgio, a Genova, lunedì 3 agosto 2020. Il premier Conte non mancherà, lo scrive su Facebook: «Sarò a Genova per l’inaugurazione del nuovo Ponte ‘Genova San Giorgio’: da una ferita che resta difficile da rimarginare il simbolo di una nuova Italia che si rialza. (Firenze Post)

Il nuovo ponte, che prenderà il nome di ponte Genova San Giorgio, sarà inaugurato lunedì 3 agosto alle 18,30, come ha annunciato Marco Bucci, sindaco di Genova e commissario straordinario per la ricostruzione del ponte. (Trasportale)

La società si sta occupando anche della verifica di agibilità del ponte, propedeutica all'apertura al traffico. Dopo quasi due anni dal crollo del ponte Morandi, in cui hanno perso la vita 43 persone, il nuovo viadotto Genova San Giorgio – questo il suo nome – verrà inaugurato nel pomeriggio del 3 agosto con la partecipazione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e un'esibizione delle Frecce Tricolori. (Quattroruote)

Dopo i discorsi delle autorità e dell’architetto Renzo Piano, padre del progetto per il nuovo ponte, seguirà la Benedizione del nuovo viadotto, il taglio del nastro e per concludere il sorvolo delle Frecce Tricolori. (Telecity News 24)

Niente polemiche, ma speriamo che presto tutto possa essere gestito in modo diverso, chi aveva in gestione il Ponte al momento della tragedia non deve più avere la fiducia degli Italiani”. Sicuramente sarebbe stato meglio che la revisione della concessione fosse stata fatta prima del varo del nuovo Ponte, ma chiaramente questo frangente deve essere gestito da ci ha la concessione. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr