Gli appuntamenti di domenica 2 e lunedì 3 a Bologna e dintorni: al Battiferro omaggio alle vittime del 2 agosto

La Repubblica La Repubblica (Interno)

ink Bologna, via Fantoni 21, ore 20, ingresso libero. Primo appuntamento della nuova rassegna cinematografica estiva curata da Kinodromo e dedicata alla musica elettronica e al clubbing.

A seguire, un concerto con musiche di Morricone, Rota, Piovani e Piazzolla a cura della pianista Claudia D’Ippolito al parco 2 Agosto.

Su altre fonti

Al termine della commemorazione, i familiari delle vittime hanno affollato la sala d'aspetto, posando fiori ai piedi della lapide che ricorda le 85 vittime dell'attentato fascista. (Repubblica TV)

Neofascisti ed esponenti dell’ultradestra in genere, appartenenti al movimento skin, ultrà degli stadi: diverse componenti delle realtà dell’estremismo hanno dato la loro adesione alle contro-manifestazioni indette in diverse piazze d’Italia in occasione dei 40 anni della strage alla stazione di Bologna, costata la vita a 85 persone. (Corriere della Sera)

Ancora oggi colpiscono nel profondo, le immagini di ciò che accadde quel 2 agosto. L'orologio della stazione di Bologna segnava le 10.25 quando deflagrò un potentissimo ordigno occultato all'interno di una valigia abbandonata nella sala d'aspetto di seconda classe. (San Marino Rtv)

Non dimenticheremo mai, non smetteremo mai di chiedere verità e giustizia». Non è accettabile non è ammissibile» la mancanza della verità piena sulla Strage del 2 agosto 1980. (Corriere della Sera)

I versi del poeta bolognese Roberto Roversi, scritti qualche giorno dopo la strage della stazione di Bologna, potrebbero, oggi, essere le parole giuste per descrivere l’emozione di Yuri Zini, 46 anni. (Il Resto del Carlino)

La cerimonia in streaming Dalle 11.15, sempre sul Crescentone, si potrà seguire in streaming la delegazione dei familiari che deporrà le corone nella sala d’attesa della stazione e l’annunciata intitolazione con la targa posta sotto al porticato d’ingresso: «Stazione Bologna Centrale — 2 agosto 1980. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr