Mafia, arrestato Giuseppe Calvaruso: il boss era a Palermo per la Pasqua

Mafia, arrestato Giuseppe Calvaruso: il boss era a Palermo per la Pasqua
Ck12 Giornale INTERNO

Quest’ultimo secondo i carabinieri sarebbe stato il referente diretto di Calvaruso durante la sua permanenza in Sudamerica.

Giuseppe Calvaruso, ritenuto il successore del boss Settimo Mineo, è stato fermato dopo essere tornato a Palermo per festeggiare la Pasqua con la famiglia.

Il provvedimento è stato emesso dai pm Federica La Chioma e Dario Scaletta, coordinati dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo. (Ck12 Giornale)

La notizia riportata su altri giornali

I militari parlano di "notevole abitudine imprenditoriale del capo mandamento" che andava a caccia di flussi di capitali provenienti da investitori esteri. I rapinatori sono stati individuati dalla cosca e l'ideatore dei colpi è stato attirato in un garage e pestato a sangue anche alla presenza del boss Giuseppe Calvaruso (IL GIORNO)

Per i pm avrebbe anche "gestito, per il tramite di prestanome, il controllo di attività economiche dentro e fuori il territorio del mandamento". In carcere, oltre a Calvaruso, altri 4 uomini: Giovanni Caruso, 50; Silvestre Maniscalco, 41 anni; Francesco Paolo Bagnasco, 44 anni; Giovanni Spanò, 59 anni. (PalermoToday)

Commercianti e imprenditori si rivolgevano a Cosa nostra per ottenere autorizzazioni per l'apertura di attività commerciali o per risolvere liti e controversie: l'organizzazione mafiosa, secondo gli investigatori, avrebbe assunto, secondo una consolidata tradizione, una patologica funzione supplente rispetto alle istituzioni dello Stato. (LA NAZIONE)

Palermo, il commerciante subì due rapine e si rivolse ai boss. I tre responsabili picchiati a sangue

Le famiglie di Giuseppe Calvaruso e Giovanni Motisi si frequentavano abitualmente. Saltarono fuori i contatti fra il fioraio e pezzi da novanta di Cosa nostra che gli costarono l’arresto, nel maggio del 2002, assieme a Giuseppe Calvaruso. (Live Sicilia)

"Le indagini condotte dall’Arma, secondo le valutazioni del pm, hanno consentito, dopo l’arresto di Settimo Mineo nell’operazione Cupola 2.0, di individuare il presunto nuovo reggente del mandamento mafioso Pagliarelli, Giuseppe Calvaruso", l'uomo arrestato dai carabinieri. (Adnkronos)

Ti dico la verità, sono due giorni che li cerco. Un commerciante, Francesco Paolo Bagnasco, titolare dei negozi “Serena Detersivi”, si rivolse ai boss quando subì due rapine nel giro di cinque giorni. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr