Istat, prospettive ripresa per meno di una impresa su cinque

Istat, prospettive ripresa per meno di una impresa su cinque
QuiFinanza ECONOMIA

E’ quanto rileva l’Istat nel Rapporto sulla competitività dei settori produttivi che analizza anche gli effetti della crisi sanitaria sulle aziende.

In tale contesto emerge la tenuta decisamente maggiore delle imprese appartenenti a gruppi multinazionali”.

Nonostante uno scenario in miglioramento, le prospettive di ripresa per il 2021 sono giudicate limitate: meno di una impresa su cinque prevede una normale prosecuzione dell’attività nella prima metà dell’anno. (QuiFinanza)

Se ne è parlato anche su altri media

Ogni lunedì la redazione di siderweb realizza il siderweb TG, il telegiornale della siderurgia che ti aggiorna sulle più importanti notizie della settimana Se preferisci puoi anche acquistare i SiderCrediti un modo semplice e diretto per navigare tutto il sito quando ne hai bisogno. (Siderweb)

(ITALPRESS) – I viaggi dei residenti in Italia nel 2020 toccano il loro minimo storico: sono 37 milioni e 527 mila (231 milioni e 197 mila pernottamenti), con una drastica flessione rispetto al 2019 che riguarda le vacanze (-44,8%) e ancora di più i viaggi di lavoro (-67,9%). (ciociariaoggi.it)

La domanda interna, meno dinamica a causa delle limitazioni negli spostamenti e nello svolgimento di alcune attività, incide sul comparto terziario che nel primo trimestre zavorra la dinamica del Pil, attesa in marginale arretramento. (Il Sussidiario.net)

Colombia, donna di 104 anni sconfigge il Covid per la seconda volta

“Abbiamo attutito l’impatto della crisi”, ha aggiunto (LaPresse) – “Continuo a rivendicare il fatto che l’Ue ha dato a questa crisi una risposta forte e tempestiva”. (LaPresse)

Il post titola:. Nel 2021 si muore di meno. Ed è questa la ragione per cui il centro vaccinale è stato inaugurato dal ministro della Difesa (Bufale Un Tanto Al Chilo)

I medici hanno accolto con una ovazione la guarigione di Carmen Hernández, dopo 21 giorni di ricovero, all’ospedale universitario San Rafael De Tunja. Il dottor Yamit Noe Hurtado ha detto che i medici hanno classificato il caso della donna come “re-infezione” dopo essere risultata positiva per la prima volta lo scorso giugno. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr