Covid, da oggi il test si paga

Covid, da oggi il test si paga
Ticinonews.ch INTERNO

I test saranno gratuiti anche per chi, fino alla fine di novembre, ha fatto la prima dose del vaccino e che non ha ottenuto il pass.

La Confederazione - lo ricordiamo - continuerà tuttavia ad assumersi i costi dei test ripetitivi per il rilascio del certificato Covid, realizzati ad esempio nelle imprese o nelle università.

In molti a favore dei test a pagamento. Ormai quasi da un mese il certificato Covid è obbligatorio per accedere a ristoranti, teatri, sale da concerto, cinema e per tutte le attività ricreative al chiuso, compresi gli sport e secondo diversi sondaggi emersi in queste ultime settimane la maggior parte della popolazione è favorevole ai test a pagamento per ottenere un certificato Covid. (Ticinonews.ch)

Se ne è parlato anche su altri giornali

In caso di peggioramento della situazione sul fronte pandemico il certificato Covid potrebbe essere limitato alle persone vaccinate o guarite dalla malattia: lo afferma Tanja Stadler, presidente del gruppo di esperti che consiglia il Governo federale sul tema. (RSI.ch Informazione)

«I test non sono mai affidabili al 100%», afferma la specialista in matematica e biologia statistica. In caso di peggioramento della situazione sul fronte pandemico il certificato COVID potrebbe essere limitato alle persone vaccinate o guarite dalla malattia: lo afferma Tanja Stadler, presidente del gruppo di esperti che consiglia il governo federale sul tema. (Corriere del Ticino)

All'84, 66% della popolazione è stata invece somministrata almeno una dose di vaccino. Sempre in calo anche i ricoveri: sono 367 i pazienti in terapia intensiva (16 in meno rispetto a ieri) mentre i ricoverati nei reparti ordinari sono 2. (Il Giorno)

Se la situazione peggiora, certificato Covid solo per vaccinati o guariti

2' di lettura. Seppur in ritardo di alcuni giorni sull’obiettivo fissato dal Governo (entro la fine di settembre) è stata raggiunta e superata la copertura vaccinale completa anti-Covid dell’80% della popolazione con più di 12 anni: siamo all’80,04%. (Il Sole 24 ORE)

41 nuovi positivi ma c’è 1 decesso. Appena 1 invece il positivo tra il personale scolastico (erano in 5 nel precedente monitoraggio) (TuttOggi)

Quest'ultimo approccio può essere raggiunto «da un lato con maschere e distanza o dall'altro affidandosi all'approccio 2G invece di 3G». Con 2G si intende: geimpft o genesen, cioè vaccinati o guariti, escludendo cioè chi si sottopone al tampone (Bluewin)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr