Per la dichiarazione IVA ritrasmessa entro 5 giorni dopo lo scarto nessuna sanzione

Per la dichiarazione IVA ritrasmessa entro 5 giorni dopo lo scarto nessuna sanzione
Ipsoa ECONOMIA

In caso di regolarizzazione entro il 29 luglio 2021 (90 giorni dal termine di presentazione della dichiarazione), la sanzione è pari a 25 euro, cioè 1/10 di 250 euro

La dichiarazione trasmessa entro 90 giorni è punita con la sanzione fissa, da 250 a 2.000 euro.

La prova dell’invio della dichiarazione è costituita dall’attestazione di ricevimento dell’Agenzia delle Entrate, come si desume dall’art. (Ipsoa)

Ne parlano anche altre testate

Con la risposta a interpello n. 314 del 30 aprile 2021 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in tema di rimborso spese dipendenti in smart working. Ne discende, in linea generale, che tutte le somme che il datore di lavoro corrisponde al lavoratore, anche a titolo di rimborso spese, costituiscono per quest'ultimo reddito di lavoro dipendente. (Ipsoa)

Sono pertanto in arrivo rimborsi di 496 euro dall’Agenzia delle Entrate per i lavoratoti con redditi fino a 30.000 euro che trasmettono i dati tempestivamente. (Proiezioni di Borsa)

L’Agenzia delle Entrate garantisce rimborsi di oltre 900 euro per 3 anni a questi contribuenti. Per i ragazzi italiani che per età rientrano fra i 20 e i 30 anni esiste difatti la possibilità di beneficiare di importanti sgravi fiscali. (Proiezioni di Borsa)

Duemila assunzioni all'Agenzia delle Entrate

Smart working, dalle bollette a internet: quando il rimborso al dipendente è esente Irpef. Un principio che, a specifiche condizioni, si applica anche per le spese rimborsate dal datore di lavoro al dipendente in smart working. (Money.it)

Tutti gli altri soggetti e i contribuenti non residenti fiscalmente in Italia nell’anno d’imposta e/o nell’anno di presentazione della dichiarazione dei redditi presentano il modello REDDITI PF. (Gazzetta del Sud)

Il nuovo Recovery plan assicura all’Agenzia delle Entrate l’assunzione di 2mila nuove ‘forze’ lavoro per combattere l’evasione fiscale. Con i soldi del Recovery fund tali 007, dovrebbero esser in grado di districarsi soprattutto nei meandri dei sistemi telematici (il Caudino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr