Catastrofica ondata di morti premature a causa della pandemia: persi 20,5 milioni di anni di vita

Catastrofica ondata di morti premature a causa della pandemia: persi 20,5 milioni di anni di vita
Scienze Fanpage INTERNO

Incrociando tutti i dati, come indicato, è risultata una perdita complessiva di anni pari a oltre 20,5 milioni, circa 16 anni per ogni singolo decesso.

Gli anni di vita perduti (YLL) rappresenta la differenza tra l'età di un individuo quando muore e l'aspettativa di vita che aveva.

Secondo i calcoli degli autori dello studio, il 44,9 percento del totale degli anni perduti si è concentrato nella fascia di età tra i 55 e i 75 anni; il 30,2 percento nella fascia di età al di sotto dei 55 anni anni e il 25 percento in chi aveva più di 75 anni. (Scienze Fanpage)

La notizia riportata su altri media

Torna l’appuntamento giornaliero con il bollettino del Ministero della Salute e della Protezione Civile: tutti i numeri del contagio. Ogni giorno puntuale verso le 17, da diversi mesi, la Protezione Civile fornisce i dati del bollettino legato ai numeri dei casi di Covid-19. (instaNews)

I dati dimostrano anzi che rispetto alla Primavera scorsa - ha sottolineato - il quadro clinico dei bambini è addirittura meno severo» Ben "lontana dai livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il completo ripristino sull'intero territorio nazionale dell’identificazione dei casi e tracciamento dei loro contatti». (Gazzetta del Sud)

Ministero della Salute: i dati del Covid in Italia nella giornata di giovedì 18 febbraio. Il Ministero della Salute nella giornata di ieri ha reso noti i dati sulla pandemia da Covid-19 in Italia. Oggi, stando a quest’ultima, il numero delle persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza è salito a 2.780.882 con un incremento di 15.479 casi. (INRAN)

RAVENNA E LA PANDEMIA UN ANNO DOPO / 3 / I tormenti del Covid fra chi dirige le scuole, ne parliamo con Gianluca Dradi, Antonio Grimaldi, Mirco Banzola - RavennaNotizie.it

Il bollettino aggiornato dell'Istituto Robert Koch parla di 2.369.719 contagi con 67.206 morti. I casi attivi sono circa 126.200 mentre sono 2.176.300 le persone guarite (Adnkronos)

Altri punti fondamentali il sostegno economico, lo sviluppo sostenibile, la lotta al cambiamento climatico. Continueremo a sostenere le nostre economie per proteggere i posti di lavoro e supportare una ripresa forte, sostenibile, equilibrata e inclusiva" (QUOTIDIANO.NET)

Foto 3 di 4. . . . “Un anno fa sembra un mondo lontano e i ricordi si accavallano con le interpretazioni successive – esordisce Grimaldi -. Abbiamo cercato di capirlo attraverso il parere del dirigente dell’Itis di Ravenna, Antonio Grimaldi, del Liceo scientifico Oriani, Gianluca Dradi e dell’Istituto comprensivo Randi, Mirco Banzola. (ravennanotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr