Allarme in Sicilia per i numeri dell'ultima settimana: in crescita nuovi positivi e terapie intensive

Allarme in Sicilia per i numeri dell'ultima settimana: in crescita nuovi positivi e terapie intensive
Giornale di Sicilia INTERNO

Secondo il report, i nuovi positivi in Sicilia sono 11.508, valore più alto del 66% rispetto alla settimana precedente, quando si era già registrato un aumento del 36,2%.

I tamponi positivi sono pari al 17,6% dei tamponi effettuati nella settimana (la settimana precedente erano il 14,1%).

Nella settimana appena conclusa si sono registrati 95 nuovi ingressi in terapia intensiva (in aumento del 5,6% rispetto ai ai 90 della settimana precedente). (Giornale di Sicilia)

Su altre fonti

Sono 175.429 i tamponi per il Coronavirus effettuati in Italia nelle ultime 24 ore. E' quanto emerge analizzando i dati del monitoraggio dell'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas) relativi al 12 gennaio. (Alto Adige)

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su WhatsApp o Telegram? 164 sono i ricoveri in aree di semi intensiva, mentre 384 sono i ricoverati in non intensiva. (Vivere Pesaro)

Inoltre, Lucchesi, ha aggiunto: "Quello che ho subito lo dimentico ma ciò che ho visto e udito sulle persone che erano senza di me... Il male è brutto e ci vuole attenzione e precauzione, ora col vaccino è giusto vaccinarsi. (AreaNapoli.it)

Covid, pazienti in terapia intensiva rischiano disfunzioni cerebrali

Intanto, si contano altri otto decessi ma nell’ultima giornata sono state somministrate oltre 2mila dosi di vaccino, con l’Umbria da record nazionale. Gli ultimi 205 casi sono stati scoperti su 3.946 tamponi processati con un’incidenza del 5,2%. (Il Messaggero)

29 i nuovi decessi: 11 uomini e 18 donne con un’età media di 83,2 anni. Al Santo Stefano sono attualmente occupati 39 posti letto Covid su 50 disponibili, in terapia intensiva 9 su 20 letti attrezzati. (tvprato.it)

Il delirio in terapia intensiva è associato a costi medici più elevati e a una maggiore probabilità di demenza, fino alla morte. Sono dati, questi, pari al doppio di quelli che si riscontrano nei soggetti in terapia intensiva non Covid. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr