Eruzione a Tonga, l’onda anomala arriva sulla costa

Eruzione a Tonga, l’onda anomala arriva sulla costa
LaPresse ESTERI

I filmati dei social media mostrano l’acqua avanzare sulla costa e anche entrare in una chiesa e in diverse case.

Sui social le immagini dello tsunami provocato da un vulcano sottomarino. (LaPresse) – Le onde dello tsunami causate da una gigantesca eruzione vulcanica sottomarina hanno colpito Tonga, nell’oceano Pacifico.

La città si trova a soli 65 km a nord del vulcano

Testimoni parlano di cenere che cade sulla capitale Nuku’alofa. (LaPresse)

La notizia riportata su altri giornali

Tsunami a Tonga dopo l’eruzione del vulcano Hunga: onde anomale e pioggia di cenere sulla capitale Un’onda di 1,2 metri ha investito l’isola di Tonga dopo l’eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai. (Fanpage.it)

I pennacchi di gas, fumo e cenere che si riversano dal vulcano hanno raggiunto i 20 km nel cielo, ha affermato il Servizio geologico di Tonga Ma dopo la potente eruzione del vulcano, catturata anche dalle immagini satellitari, è scattato l’allarme tsunami in un’ampia area del Pacifico che include il regno di Tonga, le Fiji e la Nuova Zelanda. (Il Fatto Quotidiano)

photo credit: ANSA. A Tonga erutta il vulcano sottomarino che causa uno tsunami - con onde molto alte - che colpisce da Tonga a Fiji e fa lanciare un'allerta in tutto il Pacifico. Tonga: l'eruzione del vulcano sottomarino. (METEO.IT)

Eruzione sottomarina, allarme tsunami dall'Australia agli USA

– A seguito dell’eruzione di un vulcano sottomarino le onde di uno tsunami si sono abbattute sulle coste delle isola Tonga, Paese insulare nel cuore dell’Oceano Pacifico, distruggendo case, costruzioni e anche una chiesa. (Dire)

Per avere contenuti personalizzati, dai il tuo ok alla lettura dei dati di navigazione. Autorizzaci a leggere i tuoi dati di navigazione per attività di analisi e profilazione. (Corriere TV)

In altri video pubblicati sui social media si vedono grandi onde che si infrangono a riva nelle zone costiere. Avvisi simili sono stati emessi dalle autorità in Cile e in Australia, dove una fascia di costa, che comprende Sydney, potrebbe essere colpita dalle onde dello tsunami. (Bluewin)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr