Morto sul lavoro a 18 anni, la famiglia straziata: «Nostro figlio buono e generoso»

ilgazzettino.it INTERNO

Castions di Strada, il giorno dopo la notizia della morte di Lorenzo Parelli, è ammutolita, straziata, senza più nemmeno le lacrime per piangere.

Non si può morire da teenager, né in strada, né soprattutto in uno stage per imparare un mestiere».

«È un momento difficile per la comunità – spiega – un duro colpo per la famiglia, siamo pronti a star loro il più vicino possibile».

L'alternanza sicuramente serve: i ragazzi devono avere un contatto con il lavoro, uno dei loro possibili futuri»

A chiamarlo in mattinata anche l’arcivescovo di Udine, Andrea Bruno Mazzocato, che lo ha pregato di portare le sue condoglianze alla famiglia di Lorenzo. (ilgazzettino.it)

Se ne è parlato anche su altri media

I dimostranti dopo aver portato la protesta davanti al Miur hanno sciolto il presidio Pantheon, scontri tra studenti e polizia. Questo pomeriggio centinaia di studenti, che si erano radunati al Pantheon, nel tentativo di raggiungere il Miur oltrepassando i blocchi della polizia, si sono scontrati con le forze dell’ordine, che presidiavano la protesta. (Metro)

"Lorenzo Parelli, è morto a 18 anni in un'azienda in provincia di Udine, doveva essere tra i banchi di scuola ma invece era il suo ultimo giorno di alternanza scuola-lavoro.Non è il primo incidente grave durante l'alternanza scuola-lavoro nel nostro paese. (RuvoViva)

“Il presidio davanti al Pantheon di centinaia di studenti per protestare dopo la morte del diciottenne Lorenzo Parelli è stato caricato pesantemente dalla polizia”. Circa duecento persone tra studenti, anarchici e appartenenti ai centri sociali hanno partecipato nel pomeriggio al Pantheon di Roma alla manifestazione di solidarietà per Lorenzo Parelli, lo studente friulano deceduto nel suo ultimo giorno di stage dell’alternanza scuola-lavoro. (GameGurus)

Intanto, politici e sindacalisti hanno espresso ieri il loro cordoglio: “E’ un incidente inaccettabile, come inaccettabile è ogni morte sul lavoro Gli inquirenti hanno comunicato la “necessità di svolgere attività di accertamento irripetibile nelle forme garantite di legge”, per “addivenire a una compiuta ricostruzione della dinamica dell’infortunio mortale”. (Quotidianpost.it)

Così a LaPresse Luca Ianniello, rappresentante della Rete Studenti Medi commenta la morte del 18enne Lorenzo Perelli, nel suo ultimo giorno di stage in alternanza scuola-lavoro nei pressi di Udine (LaPresse)

Corteo a Roma per chiedere giustizia per Lorenzo Parelli, il ragazzo 18enne morto durante l’ultimo giorno di stage a Udine: tensione e scontri con la polizia. Non ci sarebbero, per fortuna, feriti né tra gli studenti né tra i rappresentati delle forze dell’ordine, così come nessuno dei manifestanti sarebbe stato, al momento, fermato dalla polizia. (L'Occhio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr