Zia in Israele, agito per il suo bene di Eitan

Zia in Israele, agito per il suo bene di Eitan
La Gazzetta del Mezzogiorno INTERNO

Lo ha detto in una intervista alla Radio israeliana 103 Gali Peleg zia materna del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, che è stato portato in Israele dal nonno, nonostante un giudice l'avesse affidato alla zia paterna in Italia.

Finalmente gli è tornato il colore sul viso"

"Eitan - ha aggiunto - ha urlato di emozione quando ci ha visto ed ha detto 'finalmente sono in Israele'".

"Non ha cessato di emozionarsi - ha proseguito - e di dire che noi siamo la sua vera famiglia. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Ne parlano anche altri media

I nonni materni lo hanno infatti portato con loro in Israele sottraendolo alla zia paterna Aya, che ne è la tutrice legale. Funivia precipitata a Stresa – Vigili del fuoco al lavoro sul luogo della tragedia. (Tuscia Web)

“Arrivare però al punto – ha aggiunto Nirko – di organizzare un sequestro vero… che dire? La zia materna ha dichiarato: “Non ha cessato di emozionarsi – ha spiegato – e di dire che noi siamo la sua vera famiglia. (Caffeina Magazine)

Aya Biran ha presentato una denuncia alla Poliziadopo aver ricevuto un messaggio dal nonno con scritto: “Il bambino è tornato a casa”, intendendo Israele Tempo medio di lettura: (Luino Notizie)

Strage del Mottarone, il piccolo Eitan portato in Israele dal nonno materno già condannato per maltrattamenti dall’ex moglie. La Procura indaga per sequestro di persona

Secondo la zia paterna, Aya Biran, tutrice del bambino, è stato rapito e sequestrato dal nonno, Shmuel Peleg, e portato in Israele. la zia affidataria ha denunciato il fatto. Eitan Biran è il bambino di sei anni che ha tenuto tutti con il fiato sospeso dopo la strage della funivia del Mottarone (Ck12 Giornale)

"Abbiamo portato a casa Eitan secondo ciò che i suoi genitori volevano e desideravano", ha aggiunto "Eitan è cittadino italiano, è arrivato in Italia a un anno, la sua casa è a Pavia dove è cresciuto. (Yahoo Finanza)

La sindaca di Stresa: amareggiata, Eitan sradicato. «Eitan è arrivato in Italia che aveva appena un mese ed è cresciuto qui Da un lato la zia Aya Biran, sorella del papà, nominata tutrice prima dal tribunale di Torino poi da quello di Pavia, dove il bimbo risiedeva. (Il Mattino di Padova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr