AstraZeneca ai giovani? «In Lombardia non si fa»

AstraZeneca ai giovani? «In Lombardia non si fa»
Brescia Oggi INTERNO

I giovani bresciani, ma anche lombardi, non stanno ricevendo e non riceveranno il vaccino AstraZeneca.

È chiaro che è una cosa complessa, ma la macchina organizzativa che abbiamo in campo può gestirla.

Fontana ha cambiato idea, invece, sulla somministrazione dei vaccini a chi si trova in vacanza.

In Lombardia non sono nemmeno stati organizzati gli open day per vaccinare in modo massivo i ragazzi, altre regioni hanno dovuto annullarli perché a disposizione c'erano solo dosi di AstraZeneca. (Brescia Oggi)

La notizia riportata su altri giornali

Come Camilla Canepa, la 18enne di Sestri Levante morta ieri per una trombosi a seguito della prima dose di Astrazeneca. Vaccini Lazio, via agli open junior: già pronti oltre 100 pediatri. AstraZeneca raccomandato agli over 60 e le Regioni si spaccano: «La seconda dose? (ilmessaggero.it)

Sei ragazze morte di Covid in Italia, nella fascia d’età 10-19 anni, dall’inizio della pandemia. Il confronto numerico rende forse ancora più drammatica la storia di Camilla Canepa, la ragazza di Sestri Levante ricoverata da domenica all’ospedale San Martino di Genova con una gravissima trombosi al seno cavernoso e conseguente emorragia cerebrale. (La Stampa)

Vaccini, morte 18enne scatena nuovo caos AstraZeneca. Atteso il parere Cts

"Attediamo le prossimi decisioni che noi auspichiamo chiare, rapide e inequivocabili da parte del Cts e del ministero circa le modalità di utilizzo e le fasce d'età del vaccino AstraZeneca", ha aggiunto. (Adnkronos)

Secondo l’Agenzia italiana del farmaco, i primi cinque mesi di campagna anti-Covid hanno fatto registrare 21 reazioni gravi ogni 100mila dosi somministrate Alessandra Lemme. Camilla Canepa si era vaccinata in un open day il 25 maggio. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr