Generali, altre voci di dimissioni: Pucci in uscita dal comitato nomine

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Sarà il board, al momento riunito, che dovrà eventualmente decidere se cooptare due nuovi consiglieri e integrare il comitato nomine e in che tempi farlo.

Nel tempo, infatti, Sabrina Pucci è sempre stata associata all’ente torinese

Le indiscrezioni, che al momento non trovano conferma, chiamano in causa Sabrina Pucci.

Ascolta la versione audio dell'articolo. 2' di lettura. Voci di nuove dimissioni in casa Generali. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

Dall’altro ci sono appunto Caltagirone e Del Vecchio insieme a Fondazione Crt con un pacchetto di azioni del 16% circa. I consiglieri hanno iniziato il confronto nel primo pomeriggio. (Il Fatto Quotidiano)

Le dimissioni di Bardin fanno seguito a quelle di Caltagirone, primo azionista privato con oltre l'8% delle Generali, annunciate le scorsa settimana (ilmessaggero.it)

Dopo Francesco Gaetano Caltagirone, anche Romolo Bardin, ad di Delfin, nonché braccio destro di Leonardo Del Vecchio, ha presentato le sue dimissioni dal cda del gruppo assicurativo. Caltagirone, Bardin, Del Vecchio e Generali. (Forbes Italia)

Doppia furbata di Francesco Gaetano Caltagirone e Leonardo Del Vecchio per infastidire Mediobanca nella definizione dei nuovi vertici di Assicurazioni Generali. IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DI GENERALI. Gabriele Galateri di Genola, presidente di Generali, ha dichiarato: “Sono profondamente dispiaciuto per la decisione presa da Bardin. (Startmag Web magazine)

Equita ieri ha confermato la valutazione hold e target price di 20,7 euro su Generali. Generali: sembra una lotta senza fine quella tra Mediobanca maggior azionista e i pattisti Caltagirone, Del Vecchio e Fondazione Crt. (Finanzaonline.com)

Due tra i principali imprenditori italiani, Francesco Gaetano Caltagirone (Cementir, Caltagirone Editore) e Leonardo Del Vecchio (EssilorLuxottica ma anche Mediobanca e Unicredit), azionisti storici del gruppo, hanno gradualmente scalato il «Leone di Trieste» (così è anche chiamata Generali dal nome del suo logo che riprende il leone alato di San Marco) acquistando azioni sul mercato arrivando insieme a quasi il 15% del capitale. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr