Un altro femminicidio in Veneto: donna uccisa a colpi di arma da fuoco a Noventa vicentina

Il Mattino di Padova INTERNO

Autore del delitto è un uomo, italiano.

Un’altra donna uccisa, un altro femminicidio.

Autore del delitto un uomo, italiano, con il quale la vittima si trovava nel parcheggio di un'azienda.

Grande choc tra i colleghi, che hanno visto il corpo della donna cadere a terra esanime, in un lago di sangue

Dopo averla uccisa, l'uomo è fuggito in auto facendo perdere le tracce. VICENZA.

(Il Mattino di Padova)

Se ne è parlato anche su altri media

Il femminicidio è avvenuto questa mattina nel posteggio di un'azienda a Noventa Vicentina. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Vicenza ed è subito scattata la caccia all'assassino, che dopo il delitto è fuggito in auto facendo perdere le proprie tracce. (Il Giorno)

Autore del delitto un uomo italiano con il quale la vittima, di origini straniere, si trovava nel parcheggio di un'azienda. Una donna è stata uccisa stamane a colpi d'arma da fuoco. (corriereadriatico.it)

L’autore del delitto è un uomo italiano, con il quale la vittima, di origine straniere, si trovava nel parcheggio di un’azienda. Al momento, resta sconosciuto il movente del delitto (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Notizia degli ultimi minuti: una donna è stata uccisa proprio questa mattina a colpi di arma da fuoco a Noventa Vicentina. Uccisa a colpi arma da fuoco nel Vicentino: le prime informazioni. Subito dopo il delitto a colpi di arma da fuoco, l’uomo è salito in alto ed fuggito facendo perdere le proprio tracce. (Thesocialpost.it)

Sappiamo che una donna è stata uccisa a colpi di arma da fuoco. Oggi siamo a Noventa Vicentina per raccontare la storia di un’altra donna uccisa, probabilmente da una persona che faceva parte della sua vita, anche se ancora, è tutto da dimostrare. (Ultime Notizie Flash)

Autore del delitto un uomo, italiano, con il quale la vittima, di origini straniere, si trovava nel parcheggio di un’azienda. Non si conoscono al momento le motivazioni alla base del delitto (ZMedia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr