AIA, valutazioni falsate per salire in Serie A: tre arbitri coinvolti

AIA, valutazioni falsate per salire in Serie A: tre arbitri coinvolti
Juventus News 24 SPORT

La Repubblica: valutazioni falsate per far salire tre arbitri in Serie A.

Si tratta di Daniele Minelli e Niccolò Baroni, fino all’anno scorso nell’organico di Serie B e dismessi in estate «per adeguate motivazioni tecniche», ovvero peggiori valutazioni.

La Procura di Roma indaga su un fascicolo: tutti i dettagli. Un nuovo scandalo rischia di travolgere il sistema arbitrale italiano.

I tre arbitri coinvolti sarebbero Abbattista, Sacchi e Fourneau

La Repubblica ha infatti riportato la notizia che la Procura di Roma sta valutando un fascicolo consegnato da due tesserati dell’AIA. (Juventus News 24)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Questo il comunicato reso noto dall’Aia con una nota ad Ansa.it:. “In seguito alle notizie pubblicate in data odierna da mezzi di informazione e agenzie di stampa, la dirigenza dell’Aia, entrata in carica lo scorso 14 febbraio, comunica che è a conoscenza del procedimento in questione relativo alla Stagione Sportiva 2019/2020. (fiorentinanews.com)

"La Procura Figc diretta da Giuseppe Chinè nelle scorse settimane ha già svolto decine di interrogatori ed ha inoltre acquisito una serie di documenti presso gli uffici dell'Aia Poi suggerisce: «Prova Abbattista 8.70» e qualche messaggio dopo posta un’emoticon sorridente. (Picchio News)

Secondo le loro accuse, le valutazioni sulla classe arbitrale sarebbero state manomesse per favorire alcuni direttori di gara. Sarebbe stato proprio quel 0,10 in più a decretarne la deroga e l’inserimento tra i primi tre migliori direttori di gara della Serie B (Ck12 Giornale)

Caso arbitri in B, l’Aia: “Inchiesta nota, pronti ad agire a fine indagini”

Sono queste le accuse che hanno mosso ai vertici dell’Aia (Associazione Italiana Arbitri) Daniele Minelli e Niccolò Baroni, arbitri di B costretti a smettere al termine della scorsa stagione, assistiti dall’avvocato Gianluca Ciotti. (varesenews.it)

La nuova governance, in collaborazione con la Figc, si è infatti fin da subito messa a disposizione della procura federale, per fornire tutti gli atti e gli elementi necessari agli accertamenti. (ilBianconero)

L’associazione dei fischietti: con la Figc siamo già a disposizione della Procura federale. Poche righe significative, con cui l’Aia - l’associazione italiana arbitri - interrompe a metà pomeriggio il silenzio dopo la deflagrazione del caso che vede due fascicoli aperti (uno dalla Procura federale, l’altro della giustizia ordinaria che vede in campo la Procura della repubblica di Roma) dopo la denuncia dei due ex arbitri di Serie B, Daniele Minelli e Niccolò Baroni, secondo cui i giudizi degli arbitri della serie cadetta sarebbero stati manomessi per manipolare dismissioni e promozioni. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr