Brutte notizie per chi aspetta la Tesla Model Y: la fabbrica di Berlino è in ritardo di 6 mesi

Brutte notizie per chi aspetta la Tesla Model Y: la fabbrica di Berlino è in ritardo di 6 mesi
DMove.it ECONOMIA

In definitiva, tanti problemi, alcuni evitabili, altri meno, ma che con ogni probabilità ritarderanno l'arrivo in Europa di Tesla Model Y

Già all'inizio di aprile vi avevamo parlato della difficoltà incontrate da Tesla per ultimare i lavori alla GigaBerlin, la nuova fabbrica nei pressi di Berlino.

Oggi invece un report che arriva direttamente dalla Germania, dai giornalisti di Automobilwoche, cita ritardi per un totale di sei mesi. (DMove.it)

La notizia riportata su altri media

Anche alla luce di tali iniziative, Tesla starebbe espandendo il team che si occupa delle relazioni governative con la Cina. Tesla apre le porte al Governo cinese. (Milano Finanza)

Dopo aver chiuso l’ultima edizione al secondo posto a causa di qualche carenza nella qualità degli assemblaggi, Tesla Model 3 si è imposta nella categoria berline di fascia premium come auto dell’anno 2021. (Automoto.it)

Nissan Leaf, vettura elettrica che conosciamo benissimo e molto apprezzata in Europa, si guadagna una buona sesta posizione nel mondo, niente male. Decima posizione per Renault Zoe, auto elettrica molto venduta sul nostro mercato, e dodicesima invece la Kia e-Niro, anche questa niente male in Europa (Virgilio Motori)

Tesla svela la verità sulla protesta cinese contro i "freni difettosi"

Secondo il profilo LinkedIn di Pietryka, il suo addio a Tesla è avvenuto un mese fa quando ha deciso di fondare un suo studio di design chiamato Moderne Grafik Anstalt ed il suo posto nell’azienda di Palo Alto è stato preso da Ben Cunningham, un ex dipendente di Facebook che dall’anno scorso lavora sotto Elon Musk. (Tom's Hardware Italia)

Mentre in molti si chiedevano dove stesse la verità, il contraccolpo mediatico in Cina è stato pesante, con diverse reazioni avverse. Tesla ha quindi deciso di pubblicare, sui suoi canali cinesi, la completa ricostruzione dell'accaduto, partendo proprio dall'incidente incriminato. (DMove.it)

In un secondo momento gli slogan sono stati anche esposti sui dei banner incollati all'auto, come si vede nell'immagine qui sopra. Mentre in molti si chiedevano dove stesse la verità, il contraccolpo mediatico in Cina è stato pesante, con diverse reazioni avverse. (DMove.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr