Borse Europa in calo dopo massimi su nuove misure Pechino, Prosus ai minimi di un anno Da Reuters

Investing.com ECONOMIA

Quasi un terzo delle aziende ha pubblicato le trimestrali al momento, e il 63% ha superato le attese sugli utili.

** La casa farmaceutica spagnola ALMIRALL perde il 7,42% dopo aver annunciato una perdita netta 42,8 milioni di euro

S/Staff. (Reuters) - L'azionario europeo ritraccia dai massimi storici dopo che i timori relativi a nuove misure di regolamentazione in Cina hanno spinto al ribasso Shanghai, mentre il settore dell'auto è in calo dopo aver mostrato dati solidi la scorsa settimana. (Investing.com)

Ne parlano anche altre fonti

Il ha chiuso a 35144,31, dopo che l'indice delle blue chip di venerdì ha chiuso per la prima volta sopra il traguardo di 35000. Le azioni statunitensi sono leggermente aumentate lunedì, fissanfo nuovi massimi di chiusura in vista di una settimana intensa di guadagni dalle società tecnologiche. (Investing.com)

“Gli ultimi dati sul PIL fanno pensare positivo per la seconda parte dell’anno. “Nella seconda metà dell’anno non saranno decisivi solo gli Stati Uniti (Advisoronline)

Infine, conclude Fugnoli, “non va dimenticato che la correzione provoca un riequilibrio dei portafogli, doloroso da una parte, ma dall’altra condizione per una ripresa meno speculativa Lo afferma Alessandro Fugnoli, strategist di Kairos, nell’ultimo episodio del podcast mensile “Al quarto piano”. (Notizie - MSN Italia)

Azionario americano appeso ai T-Bond. Il reflation trade spiega solo in parte la correlazione tra azionario e rendimenti dei T-bond, che storicamente non anticipano l’inflazione, ma la inseguono. COMANDA IL GIOCO DI DOMANDA E OFFERTA. (Yahoo Finanza)

Borse Sindrome cinese sui mercati. Condividi. di Paolo Gila La mossa di Pechino che ha avviato restrizioni su alcuni comparti come l’high-Tech e l’istruzione ha depresso i mercati asiatici nella notte e ha scosso sin dalla mattinata anche le borse europee. (Rai News)

Con l’impatto violento della recessione sui titoli ciclici, si è andati alla ricerca di rendimento nei ‘growth’, i colossi tech immuni agli sbandamenti, anzi favoriti dalla stay home economy e dai bassi tassi di interesse. (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr