«Penalizzati e discriminati»: sabato la protesta degli ambulanti a Lecco

«Penalizzati e discriminati»: sabato la protesta degli ambulanti a Lecco
LeccoToday INTERNO

Abbiamo chiesto al Comune di Lecco di non conteggiare a carico degli ambulanti aderenti penalità o assenze».

«Perchè supermercati e negozi sì, mentre noi no?

Fiva Confcommercio Lecco ha deciso di organizzare per sabato 10 aprile una manifestazione "passiva" nell'area del mercato di Lecco.

Nel caso in cui la "zona rossa" venisse revocata entro venerdì 9 aprile l'azione di protesta prevista per sabato 10 non avrà luogo

Fare valere i propri diritti e protestare per la grave situazione economica in cui versano gli ambulanti. (LeccoToday)

Su altre testate

Che poi aggiungono in conclusione: “Occorre una nuova formula di dialogo, con le sorde istituzioni affinché la situazione cambi ed al più presto“. “La ristorazione non può continuare ad essere il capro espiatorio della diffusione del contagio. (Radio Gold)

“Abbiamo merce ferma in magazzino da mesi – hanno spiegato – non è possibile continuare così. La scelta è stata comunicata, questa mattina, durante una nuova protesta in via Bonazzi al Rione Libertà. (NTR24)

L'appuntamento è alle 10 nel padiglione dei generi vari, dove gli operatori ambulanti del mercato coperto e rappresentanti dei mercati rionali cittadini insceneranno un flash mob di protesta davanti ai banchi chiusi. (NovaraToday)

Nuova protesta degli ambulanti: 'Domani riapriremo il mercato di piazza Risorgimento'

Manifestazione sotto i portici del Municipio a Pallanza. Ambulanti in piazza anche nel Vco per chiedere di poter ripartire con le loro attività. (Azzurra TV)

Ci scusiamo ancora una volta con la città per i disagi creati, ma l’unica responsabilità è di una politica sorda incapace di ascoltare i bisogni reali del Paese”“ Una delegazione del direttivo di Assidea, che ha organizzato la manifestazione a cui hanno aderito ambulanti da tutta la regione, è stata ricevuta dal Prefetto di Firenze Alessandra Guidi. (FirenzeToday)

Dal primo lockdown non abbiamo lavorato per cinque mesi, ma abbiamo delle spese, non ce la facciamo più». Ma purtroppo quello degli ambulanti extra-alimentari di Torino, da Cit Turin a Porta Palazzo, non è un ritorno definitivo, bensì una protesta in difesa del diritto di lavorare, che in zona rossa non gli è concesso. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr