Draghi: «Smettete di vaccinare i giovani, con che coscienza si salta la fila?»

Draghi: «Smettete di vaccinare i giovani, con che coscienza si salta la fila?»
Cagliari News 24 INTERNO

ASTRAZENECA – «Il crollo di fiducia in Astrazeneca si nota ma si nota meno di quanto si possa pensare.

Non è che mi sia venuto in mente di farlo alla leggera».

Ma se le consegne verranno rispettate, l’Italia ha i vaccini per quest’anno».

Mario Draghi, presidente del Consiglio, ha parlato in conferenza stampa facendo il punto sul piano vaccinale in Italia. Mario Draghi, Presidente del Consiglio, ha parlato in conferenza stampa facendo il punto della situazione sul piano vaccinale in Italia. (Cagliari News 24)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Campagna vaccinale dalla quale dipendono molte cose, come le riaperture e la stagione turistica estiva. «Nei dati il crollo di fiducia in AstraZeneca si vede meno di quanto uno potesse aspettarsi -ha detto Draghi- (varesenews.it)

“Con che coscienza la gente salta la lista sapendo che lascia esposto a rischio concreto di morte persone over 75 o persone fragili?”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi , nel corso della conferenza stampa con cui, tra le altre cose, ha fatto il punto sulla campagna vaccinale e sulle nuove raccomandazioni per l’utilizzo di Astrazeneca (Il Fatto Quotidiano)

«Sui vaccini dare la priorità agli over 75 e per le Regioni più avanti nelle immunizzazioni di fragili e vulnerabili sarà più facile riaprire». Il premier Draghi detta la linea e il generale Figliuolo da un lato, il ministro Speranza dall’altro, si apprestano a metterla nero su bianco con due provvedimenti distinti. (La Stampa)

Chi più vaccina prima riapre. La mossa di Draghi con le regioni (ma servono più dosi)

Figliuolo uscirà con una direttiva sulle regioni, smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni, i giovani, i ragazzi, psicologi di 35 anni". Palazzo Chigi Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev (Il Messaggero)

Non ho dubbio sul fatto che gli obiettivi vengano raggiunti". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in una conferenza stampa a Palazzo Chigi (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Riaperture regioni, Draghi: “Non c’è una data, dipende dai contagi”. Piano vaccini, servono più dosi. Il problema è che tutto dipende da quanti vaccini si riesce a fare. (Il Primato Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr