San Marino. "Il caso Sputnik: proroga o no?"

San Marino. Il caso Sputnik: proroga o no?
Approfondimenti:
Libertas San Marino ESTERI

Sono questi gli interrogativi posti dal gruppo Ēlego in merito al vaccino Sputnik e al riconoscimento della sua validità da parte di Europa e Italia.

"Dalla Segreteria alla Sanità si apprende a mezzo stampa che sono in corso trattative per ottenere una proroga della deroga prevista nell’art.6 del D.L.

Italiano 111/2021 che permette ai Sammarinesi vaccinati Sputnik V, di riconoscere il proprio green pass. (Libertas San Marino)

La notizia riportata su altri giornali

Tre in meno i ricoverati in terapia intensiva e scendono di 41 unità anche gli ospedalizzati nei reparti ordinari. In Emilia-Romagna 239 i nuovi casi, con ricoveri in crescita: + 2 in terapia intensiva, + 7 negli altri reparti covid (San Marino Rtv)

A lanciare l’allarme è il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta. Inoltre più ci si allontana dal momento in cui viene effettuato il tampone “più aumenta la possibilità di contagio”, dichiara ancora. (LaPresse)

Domenica alle ore 16 presso la Casa del Castello di Chiesanuova si è svolto un momento conviviale organizzato dalla Giunta e dalla Federazione Balestrieri per festeggiare la storica vittoria del 25 settembre al Torneo dei Castelli. (Libertas San Marino)

Covid19, tra novax e senza green pass perché vaccinate con Sputnik è emergenza badanti: sos delle famiglie in vista del 15 ottobre

È vero che un ulteriore proroga fa riaccendere un barlume di SPERANZA, ma si può continuare nell’incertezza e nella oscurità? Noi di Ēlego siamo fortemente preoccupati per ciò che succederà dopo il 15 Ottobre: ci prorogheranno il green pass? (San Marino Rtv)

(.). Tratto dal Corriere Romagna. ------. Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità «La terza dose con vaccino Ema? (Libertas San Marino)

L'allarme è stato lanciato nelle scorse ore dai sindacati in Veneto ma la stessa situazione si sta riscontrando anche in tanti altri territori, compreso il Trentino. "Dal 15 ottobre molte assistenti famigliari si troveranno in una situazione difficile: non possono avere il Green Pass, quindi non possono lavorare a meno di fare continuamente tamponi, ma a spese di chi? (il Dolomiti)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr