Ferrari razzista. Follia social. E la stella Biles la difende

Ferrari razzista. Follia social. E la stella Biles la difende
Per saperne di più:
ilGiornale.it SPORT

Vanessa spero di vederti e di scusarmi personalmente per tutti quelli che ti hanno accusato», ha commentato la star statunitense

Prima, però, come detto, ha dovuto affrontare una serie di commenti negativi sui canali social.

Non sono io che ho detto quella frase, è stata una mia compagna tanti anni fa.

Per fortuna ci ha pensato Simone Biles ad intervenire in difesa della campionessa del mondo del 2006. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Credo che prima di condividere dovreste informarvi, basta cercare su Google ed è chiaro chi è stato a dire questa frase”. Un’accusa pesante, di razzismo, nei confronti della collega statunitense Simone Biles quella contestata a Vanessa Ferrari che si appresta a iniziare la sua quarta Olimpiade. (Cremonaoggi)

Il turno di qualificazione è in programma domenica 25 luglio, preceduto dalla sempre cruciale prova podio di domani Simone Biles e compagne hanno fatto così i bagagni e hanno cambiato il loro alloggio, evidentemente perché si sentono più al sicuro. (OA Sport)

Evidente il richiamo al titolo di GOAT (che significa capra in inglese ed è l’acronimo di Greatest of all time, la più grande di tutti i tempi) L’emoji, il classico pittogramma usato sui social network e sui cellulari, rappresenta una capra che indossa un body e ha una medaglia d’oro al collo. (OA Sport)

Haters contro Vanessa Ferrari per una frase mai detta, Simone Biles la difende

Poi il messaggio rivolto a Vanessa: «Spero di incontrarti presto e di poterti chiedere scusa di persona per tutti quelli che ti hanno insultata Poi l’intervento via social della diretta interessata, la campionessa americana Simone Biles, quattro medaglie d’oro ai Giochi di Rio de Janeiro, a difesa dell’azzurra, con immediato rientro della polemica. (Brescia Oggi)

L'intervento di Simone Biles dovrebbe essere decisivo per chiudere la brutta vicenda. Quella frase è stata detta da una mia compagna di nazionale, nel 2013, e io non c'entro niente». (La Stampa)

L’intervento di Simone Biles dovrebbe essere decisivo per chiudere la brutta vicenda. “Grazie Simone”, scrive Vanessa su Twitter con un cuore come emoticon (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr