Cose da pazzi: nudo in strada cerca di entrare nelle auto in corsa

Cose da pazzi: nudo in strada cerca di entrare nelle auto in corsa
PrimaStampa.eu INTERNO

Foto articolo: immagine di repertorio

Dopo la donna che, chissà per quale motivo, ha deciso di lanciare dal balcone di casa tutto ciò che si trovava sottomano, un altro fatto della stessa assurdità si è verificato ieri sera a Catania.

Un ragazzo, completamente nudo, indossando solamente i calzini, è sceso in strada, in via S. Euplio per l’esattezza, e ha cercato di introdursi all’interno delle vetture che in quel momento percorrevano quel tratto. (PrimaStampa.eu)

Su altre testate

Sul posto è stato necessario l’intervento della polizia municipale, della polizia di Stato e anche del 118. Insomma, scene di panico e anche di un certo imbarazzo, con le persone che hanno assistito incredule. (GameGurus)

Al momento non risulterebbero feriti, ma la donna ha bloccato per diverso tempo la strada e quindi la circolazione ponendo in stato di pericolo anche le persone che transitavano in quei momenti. (Minformo)

Danneggiate le auto parcheggiate sotto il balcone e nel video si sentono le grida dei passanti che chiedono alla donna di fermarsi. Intanto a #Catania Donna nuda al balcone svuota l’appartamento in strada. (Caffeina Magazine)

• A Catania una donna è uscita sul balcone di casa indossando solo le mutandine e ha cominciato a lanciare di tutto per la strada. La circolazione è andata in tilt

Solo una grande paura quindi per le persone in transito. La strada si è riempita di cocci, terriccio, oggetti vari, ma pare che fortunatamente non ci siano stati feriti. (Napoli.zon)

Indossando solo degli slip, la donna ha cominciato a gridare parole incomprensibili e a lanciare oggetti in strada vasi, suppellettili, piccoli mobili, soprammobili, lirbi e scartoffie, tutta roba che è andata in mille pezzi in mezzo alla via Etnea e che ha seriamente danneggiato le auto in sosta sotto l’abitazione. (Calabria 7)

Il numero uno dell’Agenzia internazionale per l’energia ha apertamente accusato la Russia di ricattarci. Era stato insignito della George Cross, la più alta onorificenza civile britannica (TeleradioNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr