Delitto a Buccinasco, Salvaggio girava con un telefono criptato. Tutte le ipotesi sull'agguato

Delitto a Buccinasco, Salvaggio girava con un telefono criptato. Tutte le ipotesi sull'agguato
leggo.it INTERNO

Si indaga sia sul passato di Paolo Salvaggio che sui suoi ultimi giorni.

Delitto a Buccinasco (Milano), gli ultimi sviluppi sull'omicidio di Paolo Salvaggio.

C'è un'altra ipotesi, però, da non scartare: venerdì scorso, in un bar gestito da cinesi, Paolo Salvaggio era intervenuto a difendere il nipote 13enne che aveva rubato delle caramelle

L'omicidio di Paolo Salvaggio, freddato in pieno giorno mentre girava un bicicletta, ha tutte le caratteristiche dell'esecuzione compiuta da professionisti. (leggo.it)

La notizia riportata su altri giornali

"Immagino sia stato ucciso da professionisti - ha detto il sindaco Rino Pruiti - che quando era a terra gli hanno sparato un ultimo colpo alla testa" senza lasciargli scampo. Ricoverato in arresto cardiaco all'Humanitas di Rozzano (Milano), Salvaggio è morto poco dopo l'arrivo in ospedale. (L'Unione Sarda.it)

I carabinieri setacciano il passato torbido della vittima, uomo del clan Barbaro e Papalia, già condannato per droga Proprio di fianco alla scena del delitto si apre il parco Spina Azzurra, il più grande e frequentato di Buccinasco (Il Giorno)

Un agguato avvenuto in pieno giorno non lontano da Parco Spina Azzurra, uno dei luoghi più frequentati della zona. Il sindaco spera in una risposta immediata e forte: "Ora mi aspetto dalle forze dell’ordine e dalla magistratura inquirente azioni immediate e una maggiore presenza sul nostro territorio, così come avevamo già richiesto più volte. (MilanoToday.it)

Sangue nel Milanese, ucciso broker della droga: era il collegamento fra la 'ndrangheta e altre famiglie di mafia

Da “baby killer” negli anni ’70 a narcotrafficante: chi era Paolo Salvaggio, ucciso a Buccinasco Negli anni ’70 all’età di 17 anni uccide un buttafuori, ma è negli anni ’90 che inizia a fare da intermediario nei traffici di droga per le cosche della ‘ndrangheta e della Sacra Corona Unita: Paolo Salvaggio è stato ucciso ieri, lunedì 11 ottobre, in un agguato a Buccinasco, comune in provincia di Milano (Fanpage.it)

Giuseppe Perre invece è parente del clan di ‘ndrangheta Sergi (da parte di madre) e dei Marmando. Non è mai andata via, la ‘ndrangheta, da Buccinasco e se si è ammorbidita l’attenzione nei suoi confronti, contribuendo a un’ingiustificata pacificazione generale, i motivi sono da cercare altrove. (Fanpage.it)

E' stata una vera e propria 'esecuzione' la sparatoria a Buccinasco, paese dell'hinterland milanese. La vittima P. S. era, spiega, una sorta di "ponte fra la 'ndrangheta e altre famiglie di mafia", da qui il timore che, saltati gli equilibri, si inizia una sorta di guerra per il potere (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr