Vjosa Osmani è la nuova presidente

Vjosa Osmani è la nuova presidente
Corriere del Ticino ESTERI

Negli anni scorsi ha lavorato come assistente nell’ufficio dell’ex presidente Fatmir Sejdiu, e ha poi proseguito la sua carriera politica come parlamentare.

Nelle ultime elezioni del 14 febbraio scorso, Osmani si è presentata con una sua lista denominata ‘Guxo’ insieme al movimento ‘Autodeterminazine’ del nuovo premier Albin Kurti, vincitore con oltre il 50%

Vjosa Osmani dallo scorso novembre esercitava ad interim le funzioni di capo dello stato dopo l’arresto del presidente uscente Hashim Thaci, detenuto all’Aja con l’accusa di crimini di guerra. (Corriere del Ticino)

Ne parlano anche altre testate

Osmani rappresenta al contempo un’opportunità per il proprio paese e una ventata d’aria fresca per la politica internazionale. Link to the original article: Vjosa Osmani nuova presidente, un’elezione che sa di futuro (Girodivite)

Il Kosovo attualmente è riconosciuto da oltre 100 Paesi, ma non ma non dalla Serbia e dai suoi alleati, come Russia e Cina. Gli auspici dell'Unione europea. (Vatican News)

Vjosa Osmani è la nuova presidente del Kosovo. Attualmente Osmani è il capo del Parlamento ma di fatto esercitava ad interim le funzioni di capo dello Stato, dopo l'arresto del presidente Hashim Thaci, accusato di crimini di guerra. (Adnkronos)

Vjosa Osmani è la nuova presidente del Kosovo

Osmani ha assunto l'interim della presidenza dal 5 novembre scorso, quando Hashim Thaci, ex leader della guerriglia, è stato accusato novembre di crimini di guerra La 38enne professoressa di legge, uno dei portabandiera di una giovane generazione politica determinata a combattere la corruzione, ha avuto 71 voti su 82 parlamentari presenti. (AGI - Agenzia Italia)

Capolista della Ldk alle elezioni di due anni fa, è diventata la prima speaker donna del Parlamento Giurista, 38 anni, Osmani è arrivata a sedersi sulla poltrona più alta del piccolo Paese balcanico dopo anni di lotte. (la Repubblica)

Secondo la Costituzione del Kosovo, il presidente è eletto dal Parlamento, il candidato deve ottenere almeno 80 voti su 120. Le votazioni per la massima carica dell'autoproclamata Repubblica erano fissate da marzo col termine ultimo in data 4 aprile. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr