Perché Sarri è la scelta più giusta per fare la rivoluzione

Perché Sarri è la scelta più giusta per fare la rivoluzione
La Gazzetta dello Sport SPORT

Dopo le imprevedibili sortite dell’ex presidente Pallotta, la scelta iniziale del riserbo assoluto crediamo sia stata corretta.

Un dato da non sottovalutare per una tifoseria come quella giallorossa che, da sempre (a volte anche a torto), si sente molto “anti-establishment”.

Ma soprattutto sarebbe il rivoluzionario anti-establishment. Massimo Cecchini. Il cuore è luogo di opportunità e rischi.

Il tecnico incarna tre aspetti perfetti per i giallorossi: spettacolarità, estrema attenzione alla fase difensiva ed esperienza internazionale. (La Gazzetta dello Sport)

Se ne è parlato anche su altre testate

La trattativa tra Milik e la Roma ha ancora concreti margini per riaprirsi. Roma, club scettico su Milik: ecco i dubbi dei Friedkin. Le buone intenzioni sono condizione necessaria ma mai sufficiente. (ForzaRoma.info)

Abbiamo ancora partite molto importanti da vincere in questa stagione e daremo il massimo come sempre. Paulo Fonseca ha dichiarato: "In questi due anni abbiamo vissuto alti e bassi, ma ho dato sempre il massimo per questo Club e per questa città, che mi ha accolto benissimo”, ha dichiarato Paulo Fonseca. (Corriere dello Sport.it)

Gazzetta: contatto a novembre tra Fiorentina e Sarri. “No grazie” la risposta del tecnico

Barone e Pradè incontrarono Sarri, ma la risposta del tecnico fu: “No grazie“, scrive oggi la rosea. Dopo lo 0-0 di Parma dello scorso novembre, quando fu esonerato Beppe Iachini e prima di puntare su Cesare Prandelli. (Fiorentina.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr